23 novembre 2016

viaggio-brasile-movesafe

Più viaggio più mi rendo conto che organizzare un itinerario in Brasile sia tra i più difficili in assoluto. Il Brasile è un Paese talmente ampio, meraviglioso e variegato che un mese intero non sarebbe sufficiente neanche per vedere tutti i luoghi di maggiore interesse. Se volete vedere le cascate di Iguazù o la foresta amazzonica, dovrete comprare molti voli costosi e  impiegare tantissimo tempo in volo o in aeroporto,  perdendovi la meravigliosa esperienza del contatto con i brasiliani.

Il mio itinerario di due settimane? Un tour da vivere sulla pelle, spostarsi lentamente e coi mezzi pubblici assaporando fino in fondo l’essenza del Paese della samba e del Carnevale.

RIO DE JANEIRO – Ogni viaggio in Brasile che si rispetti deve per forza cominciare dalla sua città simbolo: Rio de Janeiro. Dedicategli 4 giorni che sono il minimo che questa città si merita e non avrete comunque tempo di annoiarvi. Rio è un concentrato di colori, allegria, musica e bellezza, tutto insieme. Il meglio di sè Rio lo regala “dall’alto”: che sia dal Pan di Zucchero, dalla cime di una labirintica favela o dal Corcovado dall’alto rio riesce ad incantarvi con il suo panorama urbano, abbracciato al blu dell’oceano. Da qui il vostro sguardo potrà spaziare dalle fiabesche spiagge di Copacabana e Ipanema, alla lussureggiante foresta tropicale di Tijuca fino al famoso Maracanà.

SAO LUIS – Da Rio ci spostiamo in aereo a Sao Luis dove trascorreremo la notte: la capitale del Maranhao, situata su un’ isola in mezzo alla laguna e con i palazzi storici rivestiti dalle caratteristiche piastrelle blu, gli azulejos, si è ampiamente meritata il titolo di Patrimonio Culturale dell’Umanità  dall’unesco.

LENCOIS – Da Sao Luis per arrivare alla tappa successiva c’è da farsi un bel pezzo: sono 260 km di bus, ripagati da panorami meravigliosi, foreste lussureggianti, fiumi tropicali e spaccati di vera vita brasiliana. L’arrivo non vi deluderà: Barreirinhas, finalmente la porta per il Lencois. Da qui infatti si organizzano le escursioni per il Lencois: la città dalla scoperta da parte del turismo di questo posto meraviglioso si è risvegliata dalla sua atmosfera sonnolenta e ovunque sono prolificate pousadas romantiche, locali e anche qualche resort di lusso. Due notti sono il minimo che ci si possa concedere: un po’ per la stanchezza del viaggio e un po’ perché da qui non avrete molta voglia di venir via.

RELAX ON THE BEACH – Trascorrete le successive notti ad Atins prima e Parnaiba dopo, per finire il vostro viaggio rilassandovi per qualche giorno sulla spiagga di Jericoacoara dichiarata più e pù volte dalle grandi riviste di viaggi come una delle dieci spiagge più belle del mondo.

#MOVESAFE -Per viaggiare tranquilla prima della partenza ho stipulato l’assicurazione Viaggi Nostop Vacanza di Europ Assistance, che garantisce assistenza sanitaria in tutto il mondo 24 ore su 24.

Martina Santamaria*

*Viaggiatrice instancabile, amante di vulcani e cavalli e sognatrice ad occhi aperti, sempre zaino in spalla alla ricerca di quello che non si trova nelle guide turistiche. www.pimpmytrip.it è il suo blog, nato dal forte desiderio di mantenere vivi il piu a lungo possibile i ricordi e le emozioni provate durante il mio vagabondare per il mondo.