14 marzo 2017

Se state pensando ad un tour itinerante alla scoperta di paesaggi fiabeschi e castelli antichi, l’Irlanda del Nord è una meta davvero magica. La prima volta che ci sono stata, ne sono rimasta davvero affascinata. Con le sue scogliere meravigliose e la sua cultura ibrida ricca di leggende e contaminazioni in parte dall’Irlanda ed in parte dall’Inghilterra, vi lascerà a bocca aperta.

BELFAST – Iniziate il tour da Belfast, facilmente raggiungibile dai principali aeroporti italiani. Qui potrete scoprire le tracce della cruenta storia irlandese degli ultimi anni osservando la peace line ed i murales, concentrati tra la zona cattolica e quella protestante. Da non perdere, poi, una visita al Titanic Belfast per rivivere la storia del celebre transatlantico partito proprio da qui alla volta degli Stati Uniti ed il Cathedral Quarter, la parte più antica di Belfast, ricca di pub in perfetto stile inglese per un’animata vita notturna.

CUSHENDALL –  Proseguendo verso Cushendall, fermatevi verso Islandmagee, nella contea di Antrim, e percorrete The Gobbins Walk, un avventuroso percorso di circa 3 chilometri lungo la scogliera, chiuso fino ad aprile per lavori, che vi farà provare l’ebrezza di ponti sospesi e tubolari, grotte e gallerie scavate nella roccia, per un’esperienza davvero mozzafiato.

BALLYCASTLE – Dirigetevi poi verso Ballycastle, piccolo villaggio di mare pittoresco con un porticciolo da cartolina dove potrete osservare il lago che scompare a Loughareema e visitare il Glenariff Forest Park, dove è possibile incontrare qualche gnomo o scoiattolo rosso, in via d’estinzione.
Da non perdere il Dark Hedges, il sentiero fiabesco caratterizzato da grandi faggi intrecciati, divenuto famoso per la serie “Il Trono di Spade”.

LARRYBANE – Arrivando a Larrybane, troverete il punto di partenza del celebre Carrick’s Rope Bridge, il ponte di corda lungo 18 metri sospeso a 30 metri sul mare che collega la terraferma alla piccola isola di Carrick-a-Rede. L’attraversata è molto suggestiva ed il panorama verso l’isoletta è davvero mozzafiato.

BUSHMILLS – Proseguendo verso ovest, a circa 3 km da Bushmills, arriverete alla Giant’s Causeway, l’incredibile scogliera a “scacchi” formata da 40 mila colonne basaltiche formate da un’esplosione sotterranea avvenuta 60 milioni di anni fa, oggi Patrimonio Unesco.

DERRY – Chiudete poi il tour nella cittadina di Derry, detta anche Londonderry, una delle poche città interamente fortificate rimaste in Europa. Assolutamente da visitare le antiche mura, i cannoni ed i murales. Imperdibile l’antica Derry, che ospita pub, negozi, teatri, ristoranti e attrazioni di ogni genere.

ST. PATRICK’S DAY –  Il 17 marzo l’Irlanda festeggia il suo patrono con il celebre St. Patrick’s Festival. 17 giorni di festeggiamenti durante i quali si possono ripercorrere i passi del Santo nelle contee di Down (dove è sepolto) e Armagh (dove fondò la sua cattedrale). L’Home of St. Patrick’s Festival, prevede la presenza di decine di artisti irlandesi e internazionali e lo scampanio delle campane ogni giorno alle 17.17. Ogni weekend è dedicato ad un tema diverso. L’ultimo weekend “Contemporary Celebration” è dedicato alle processioni pubbliche, cerimonie religiose ed eventi per tutta la famiglia e si chiuderà con il concerto “The Voice of The Irish” il 19 marzo.

#MOVESAFE – Prima di partire non dimenticare di mettere in valigia Viaggi Nostop Vacanza di Europ Assistance, l’assicurazione viaggi che vi garantisce assistenza sanitaria 24 ore su 24 ovunque nel mondo.

Anna Pernice*

 

*Anna è consulente di comunicazione e web marketing, digital pr, giornalista, fondatrice del blog www.travelfashiontips.com ed autrice del libro “Manuale per aspiranti blogger: crea emozioni con lo storytelling”. Anna ama scrivere, viaggiare e seguire la moda ed ha racchiuso tutte le sue passioni nel suo blog.

Link utili:
Fai un preventivo Viaggi Nostop Vacanza