3 marzo 2017

Siete a Madrid e desiderate staccare per qualche ora dal caos della città? Ecco quindi cinque escursioni da fare in giornata alla scoperta dei dintorni della capitale spagnola. A seconda della vostra necessità potete noleggiare un’auto oppure affidarvi agli efficienti mezzi di trasporto pubblico.

ALCALÁ DE HENARES – È la città natale di Miguel de Cervantes, l’autore del romanzo “Don Chisciotte della Mancia”, e proprio per questo la sua casa (ingresso gratuito) è l’attrazione di maggior richiamo. L’offerta turistica della città è in realtà molto più ampia ed il centro storico, piccolino e visitabile comodamente a piedi, racchiude tesori storici ed architettonici da non perdere. Nel 1998 Alcalá è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dell’Unesco, grazie in particolare alla sua prestigiosa Università, una tra le più antiche d’Europa.

ARANJUEZ – Inserita nella lista dei Patrimoni dell’umanità dell’Unesco nel 2001, è la Città Reale alle porte di Madrid. I tre giardini, ben curati e che assicurano un po’ di fresco durante la calura estiva, si estendono attorno all’immenso Palazzo Reale, secondo per importanza soltanto a quello della capitale.

VALLE DE LOS CAÍDOS – È uno dei luoghi più controversi di Spagna in quanto la Basilica fu costruita per volere di Franco ed in seguito vi venne sepolto. Si trova nella Sierra de Guadarrama, poco distante da San Lorenzo de El Escorial. L’edificio è scavato nella roccia ed al suo interno sono conservate le spoglie dei militari di entrambi gli schieramenti caduti durante la guerra civile. Sulla cima della collina sorge la croce cristiana che, coi suoi 150 m d’altezza, è più alta del mondo ed è visibile fino a 40 km di distanza.

ÁVILA – È il capoluogo di provincia più alto di Spagna e vanta una storia millenaria scandita dalle tre culture che l’hanno caratterizzata: ebraica, islamica e cristiana. Il centro storico è racchiuso tra le mura medievali e dal 1985 fa parte della lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. La figura di spicco e simbolo della città è senza dubbio Santa Teresa d’Avila.

SEGOVIA – La città vecchia conserva le tracce dell’occupazione prima romana, poi araba ed infine cattolica (dopo la “Reconquista”). Per questo motivo, nel 1985, l’Unesco l’ha inserita nella lista dei Patrimoni dell’umanità. I monumenti più significativi sono il celebre Acquedotto romano e l’Alcazar, quest’ultimo talmente pittoresco che pure Walt Disney ne ha tratto ispirazione per le sue opere.

COME ARRIVARE – Si tratta di destinazioni situate vicino a Madrid e perciò vi sono collegamenti rapidi e frequenti sia in autobus (www.crtm.es) che in treno (www.renfe.com) durante tutta la giornata. Le tariffe sono simili e quindi la scelta tra i mezzi dipende soprattutto dagli orari che vi sono più comodi. I treni Renfe partono dalle stazioni Atocha e Chamartín mentre gli autobus della rete madrilena operano da quelle di Moncloa e Avenida de América. Per Valle de los Caídos la soluzione più semplice è recarsi da Madrid a San Lorenzo de El Escorial (approfittatene per visitare il famoso Monastero dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco) e da lì prendere l’autobus che vi lascia direttamente a poche decine di metri dalla Basilica.

#MOVESAFE – Per godermi queste escursioni in totale relax mi sono affidato all’assicurazione Traveller Generation di Europ Assistance, l’assicurazione viaggi tagliata su misura per noi under 35 che mi garantisce assistenza sanitaria 24 ore su 24 in tutto il mondo.

 

Stefano Bagnasco*

 

*Copywriter e blogger, Stefano scrive su checkinblog.it dedicandosi alla scoperta di Spagna, Scozia e Liguria. In ogni suo viaggio si muove unicamente coi mezzi di trasporto pubblici ed è sempre alla ricerca degli angoli meno battuti dai turisti.

Link utili:
Fai un preventivo Traveller Generation