1 febbraio 2011

A seguito dell’intensificarsi di scontri e dei disordini degli ultimi giorni in Tunisia  e in Egitto, la Farnesina sconsiglia di recarsi in tale paesi a meno che non sia strettamente necessario. Per chi aveva un viaggio già programmato, è opportuno contattare il proprio Tour Operator per valutare soluzioni alternative o la propria compagnia aerea per verificare l’eventuale cancellazione di voli.

A chi si trova già sul posto la Farnesina fa sapere di attenersi alle disposizioni locali, evitare “l’attraversamento delle varie aree del Paese, se non in condizioni di sicurezza” e “i luoghi di eventuali assembramenti” in vista delle manifestazioni. Infine, ricordiamo che in Tunisia vige il coprifuoco dalle 22 alle 4 del giorno successivo, mentre per l’Egitto le autorità locali forniscono nuove disposizioni giorno dopo giorno.

A chi parte necessariamente, il Ministero degli Affari Esteri invita ad usare Dove siamo nel mondo, il servizio riservato agli italiani che si recano temporaneamente all’estero. Inserendo su base volontaria i propri dati personali, si aiuta l’Unità di Crisi a pianificare al meglio eventuali interventi di soccorso in loco.

Link Utili:
Unità di Crisi
Ambasciata italiana a Tunisi
Ambasciata italiana al Cairo
Dove siamo nel mondo