19 gennaio 2012

“Caraibi sono nell’immaginario di ognuno di noi un posto paradisiaco, unico e forse inverosimile. Sono stata ai Caraibi la prima settimana di dicembre, quando in Italia faceva freddo io stavo a 30°C minimi, sdraiata al sole o a mollo nell’Oceano. Non pensavo potessero esistere posti così, non lo credevo possibile, così distanti da quello che siamo abituati a vedere in Italia e in Europa.
Vedere le foto e le immagini di quei posti purtroppo non rende affatto l’idea, io stessa non immaginavo potesse esistere quel tipo di paesaggi, abituata solo a sentirne parlare, e invece. Il mio viaggio è durato una settimana appunto e mi sono mossa assieme ad altri 4 giornalisti che come me facevano parte di un Viaggio Stampa organizzato dalle British Virgin Islands. Tra Virgin Gorda, Peter Island e Tortola ho passato 5 giorni indimenticabili (togliendo i 2 giorni di viaggio).

Qua mi sono sentita una vacanziera alle prime armi di fronte all’Oceano, una pirata a caccia di oro e navi da conquistare nella nottata di trasferta tra un’isola e l’altra e una persona fortunatissima a vedere e provare l’esperienza e la bellezza di tutta quella natura. Arrivare alle isole Vergini Britanniche non è facilissimo, perché comunque sono 9 ore di volo e se perdete la prima coincidenza aerea, come è successo a noi, poi il viaggio diventa ancora più lungo. Ma sono cose che possono capitare e bisogna metterle in conto! Noi abbiamo fatto due cambi, uno a Parigi e uno a Saint Martin prima di arrivare alla nostra destinazione finale.

Quello che mi ha colpito di più delle British Virgin Islands sono i tramonti. Non c’è niente di più bello dei tramonti, almeno per me. I colori sono indescrivibili e c’è sempre una frazione di giornata in cui il cielo impazzisce e si colora in un modo così intenso che non sembra vero. Il rosa, l’arancione, il giallo, tutti colori vivissimi che si alternano e si mischiano, come messi lì da qualcuno, e poi il viola e il grigio che lasciano spazio al blu della notte, lentamente.

Un consiglio per tutti. Fortunatamente a me non è successo nulla, ma è sempre bene avere un’assicurazione da viaggio per queste vacanze lontane: la mia era la Viaggi Nostop di Europ Assistance. Oltre alla copertura sanitaria, per questa meta non ci sono particolari raccomandazioni da fare, non ci sono animali o serpenti per cui bisogna preoccuparsi. L’unico fastidio sono i mosquito, e ce ne sono davvero tanti. Di solito negli hotel c’è sempre un prodotto per evitare che si avvicinino troppo. A me hanno lasciato delle belle bolle. Altro che le nostre zanzare tigre! Per non rischiare, portatevi dietro una piccola lozione da tenere in borsa.”

Federica Piersimoni*

Link utili:

Il blog di Federica Piersimoni


Viaggi Nostop di Europ Assistance


*Travel blogger indipendente ed è appassionata di viaggi. Oltre ad andarsene sempre a zonzo, Federchicca – così la conosce il web 2.0 – si occupa di web content e social media marketing. La giovane blogger romagnola è autrice di Viaggi Low Cost, nato per la passione di condividere esperienze e consigli con chi, come lei, vuole viaggiare bene spendendo poco. E’ sempre in cerca della prossima meta, da sola o in compagnia, l’importante è che sia alla portata di tasca. Federica ha fatto recentemente un bel viaggio ai Caraibi, di cui pubblica sul nostro blog una pagina del suo racconto: