28 febbraio 2017

Lo scorso 23 febbraio, nell’ambito del convegno “Smart Home: l’Internet of Things entra dalla porta di casa”, è stata presentata la ricerca Smart Home dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano. Alla tavola rotonda, a cui è intervenuto anche il Chief Commercial Office di Europ Assistance Italia Valerio Chiaronzi, sono venuti fuori diversi spunti di riflessione per un mercato in crescita, quello della Smart Home, che solo in Italia nel 2016 ha un valore di 185 milioni di euro , con un incremento del 23% rispetto all’anno precedente.

ASSICURAZIONE E SMART HOME – Oggi in Italia anche diverse compagnie assicurative, tra cui Europ Assistance,  propongono polizze casa legate alla presenza di oggetti connessi e alcuni grandi operatori stanno lavorando allo sviluppo della propria offerta, nonostante il mercato sia ancora poco dinamico. Come ha ribadito il nostro CCO Chiaronzi “il mercato è della Smart Home nel nostro Paese è frammentato, hardware-centrico e timido.”

POLIZZE ASSICURATIVE – Le polizze assicurative smart non si rivolgono solo alla casa, ma anche a uffici e piccoli esercizi commerciali per la rilevazione di allagamenti, incendi o eventuali intrusioni, a cui viene associato un servizio di assistenza 24 ore su 24. “Europ Assistance, da società leader dell’assistenza ha un punto di vista privilegiato nella relazione con cliente”, continua Chiaronzi.

 

Come copertina di questo post vi lasciamo un video, proiettato durante il convegno: un’intervista doppia al nostro CCO Valerio Chiaronzi e a Stefano Fumi, Partnership Director di HomeServe Italia.

Link utili:
L’Internet of Things entra nelle case degli italiani