21 aprile 2017

Ieri nella cornice del Bou-Tek di Milano, alla presenza di oltre settanta tra Clienti e giornalisti, Europ Assistance ha presentato il primo servizio di assistenza stradale digitale, all’interno del nuovo ecosistema digitale e multicanale che, grazie a chatbot, web app e assistente virtuale, promette al Cliente una gestione personalizzata e tempi di attesa azzerati.

“Se non cambia la mission di una Compagnia che ha inventato la professione dell’Assistenza privata oltre 50 anni fa, cambiano i modi e gli strumenti per erogarla: Multicanalità e Tecnologia al centro della strategia di Europ Assistance dove il Cliente è al centro del processo della Digital Trasformation che interessa tutti i mercati “, ha esordito il nostro  CEO Bruno Scaroni.

VELOCITA’ E CAMBIAMENTO – “Sono i Clienti a determinare la velocità e le modalità del cambiamento che le aziende sono chiamate ad implementare ed è dall’ascolto costante e attento delle loro esigenze che oggi possiamo affermare di aver fissato un nuovo standard nella industry dell’Assistenza – ha sottolineato il nostro Chief Commercial Officer Valerio Chiaronzi Grazie a questi strumenti, i nostri Clienti possono scegliere il canale di interazione preferito con la nostra centrale operativa e ricevere una risposta immediata al loro problema.”


ASSISTENTE VIRTUALE – Tra le protagoniste della serata Marta Zoboli di Zelig che, dopo aver interpretato l’assistente virtuale in una demo con Valerio Chiaronzi, ha fatto domande al nostro Chief Operating Officer Fabio Carsenzuola per capire meglio come funziona il virtual assistant.

L’assistente virtuale comprende il linguaggio naturale e una nostra operatrice le ha prestato la voce. Il software può gestire migliaia di telefonate contemporaneamente, eliminando i tempi d’attesa. Inoltre comprende se il cliente è in difficoltà e passa la telefonata all’operatore reale.

GEOLOCALIZZAZIONE E TRACKING DEL MEZZO DI SOCCORSO – La richiesta di assistenza è disponibile per alcuni Clienti tramite tramite Chatbot/Messenger.

Fabio Carsenzuola, Chief Operating Officer, ha concluso: “La nuova Digital Roadside Assistance “Permette di geolocalizzare in maniera precisa e immediata l’automobilista in panne, offrendo una risposta rapida ed efficace in situazioni in cui è necessario agire nel minor tempo possibile e garantendogli la possibilità di rimettersi in viaggio in condizioni di completa sicurezza. Inoltre, un servizio di tracking del carro attrezzi permette al Cliente di visualizzare il percorso di avvicinamento del mezzo di soccorso, migliorando quindi la customer experience in ogni sua fase, anche nel momento dell’attesa”.