Europ Assistance
  • Iscriviti al Feed RSS
  • Seguici su Google+

Verso StaffettaMI, Cityrunners con Davide Cassani

Chi corre più o meno costantemente sa quanto conti, oltre alla preparazione fisica, quella motivazionale. Quante volte, in giornate come queste, piovose e fredde, si è rinunciato all’allenamento. Lo stesso pensiero che si affaccia però quando fa troppo caldo o si è troppo stanchi, e via dicendo.

Proprio su quali chiavi chiavi utilizzare per superare questi ostacoli, questa innata (almeno per me) pigrizia, si è incentrato il primo (per il sottoscritto, secondo per gli altri) incontro di #cityrunners, il gruppo di giornalisti e blogger che Adidas ha deciso di preparare in vista della Maratona di Milano, anzi più precisamente per le Staffette, che sono l’elemento caratterizzante della corsa milanese del prossimo 6 aprile.

Per motivarci, all’Aspria Harbour Club, sono arrivati due esperti in materia: il mental coach Patrizio Pintus e Davide Cassani, ex professionista del ciclismo (sia corso, sia commentato, per la Mamma Rai) da qualche settimana CT della nazionale di ciclismo.

Non sapevo che quest’ultimo, dopo le corse in bicicletta si sia dato a quelle a piedi. Con risultati davvero buoni: maratone sempre sotto le tre ore. Ha mantenuto in buona sostanza gran parte della fibra atletica che lo contraddistinse nei suoi anni sulle due ruote (e chi lo ha visto provare i tracciati da tanti Giri d’Italia con le telecamere al seguito lo aveva già intuito).

Davide (spalleggiato da Patrizio) ci hanno dato un po’ di dritte su come vincere la pigrizia. Il primo dei consigli, almeno per quel che mi riguarda, è quello di allenarsi con costanza, di non saltare nemmeno un allenamento. Questo è l’unico modo per migliorarsi (e far circolare le endorfine). Se si ha poco tempo, basterà anche quello. L’importante è uscire a correre (Cassani raccontava che a volte torna addirittura a casa di corsa, quando non ha il tempo materiale per andare al parco). E occorre approfittare di ogni occasione possibile per fare allenamento: anche le scale di casa o del lavoro vanno bene.

La corsa, come ha ben spiegato Cassani, è una gara con se stessi. Ed è quindi su noi stessi che bisogna lavorare. Ascoltando il corpo e portandolo dove vogliamo. Senza forzarlo, per evitare di farsi male (soprattutto alla mia veneranda età).

Per stimolare l’atleta che è in noi l’altro consiglio è quello di iscriversi alle gare, in modo da avere dei traguardi da raggiungere.

In questo caso verso la Maratona di Milano, con la staffetta. Mancano solo 52 giorni. Ora devo trasmettere l’entusiasmo di questi incontri di Adidas ai miei tre soci per la corsa del 6 aprile: Cristina, Francesca e Luca, uno dei team che correrà per Europ Assistance.

Ad maiora

Andrea Riscassi*


*Giornalista della Rai di Milano. Ha una laurea in Giurisprudenza (Statale di Milano) e ha iniziato la “carriera” prima a Società Civile, poi al Corriere della Sera per approdare in televisione nel 1991, dapprima a Lombardia7, poi alla Rai, dove, dopo molti lustri anni da inviato prima e da caposervizio poi alla Tgr Lombardia,  è passato a Raisport.

Guarda anche

#Corricon l’autunno, il decalogo

Avete già iniziato ad allenarvi per la Europ Assistance Relay Marathon del 2 aprile 2017? Ecco il nostro decalogo per l’allenamento nella stagione autunnale: Per ridurre  il rischio di  impigrimento tipico della stagione  #corricon un amico. Inizia ad usare maglia e calzamaglie termiche...

Approfondisci

#Corricon le tabelle degli allenamenti del runner

Se volete approfittare di queste festività natalizie per i vostri allenamenti in vista della Europ Assistance Relay Marathon del 2 aprile 2017 , ecco queste tabelle realizzate in collaborazione con la dottoressa in Scienze dello Sport e allenatrice Irene Petrolini. I giorni della settimana sono...

Approfondisci

Video tutorial sci alpinismo: attrezzatura e preparazione

Pronti per le vostre attività outdoor in montagna? Montagna.tv e Meridiani Montagna hanno realizzato insieme ad Europ Assistance una serie di video tutorial dedicati alle attività outdoor ad alta quota. Nel primo episodio si parla di Sci Alpinismo: attrezzatura e preparazione. Prima di...

Approfondisci

Inviare un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *