13 giugno 2013

 

Qualche giorno fa mi è capitato di leggere il Barometro Vacanze 2013 di Europ Assistance e il dato che più mi ha colpito è stato quello sui social network. Il 20% degli italiani intervistati, infatti, ha dichiarato di consultare i social network per scegliere la destinazione delle proprie vacanze. Sinceramente il dato mi ha colpita sì, ma più che altro mi ha fatto riflettere dato che la percentuale non è per niente bassa.

A ben pensarci però, il dato non dovrebbe colpirmi. Solo qualche giorno fa sono stata in Grecia, in una delle destinazioni turistiche più belle del Paese: le Isole Cicladi. Postando foto su Twitter e Facebook di sabbia, mare, divertimenti e insalata greca, mi sono resa conto che la cosa piaceva assai. Ma non solo.

Al mio ritorno diverse persone, soprattutto in privato ma qualcuno anche in pubblico, mi hanno contattata per chiedermi informazioni sulla Grecia. Tutti hanno esordito dicendo “Ho visto che sei stata in Grecia…” 🙂 Diversi mi hanno chiesto consiglio su dove dormire a Santorini, altri se era “meglio” andare a Santorini o a Mykonos, qualcuno mi ha chiesto anche quale volo prendere. Insomma, sono stata solo tre giorni in Grecia, eppure le foto e i miei status hanno contato tantissimo per questi amici. Tanto che hanno preferito chiedere direttamente a me attraverso un social network che andare, per esempio, in una agenzia turistica. Anche solo per informarsi.

L’altro dato che mi ha colpito, per collegarmi alle agenzie turistiche, è che il 49% degli italiani in partenza usa Internet per prenotare le proprie vacanze. Il 49% degli italiani è praticamente 1 su 2. Incredibile vero? Per me che non ci entro da anni sì. Oggi ci sono rientrata per prendere un volo, un’operazione che temporaneamente non potevo fare da casa come invece faccio sempre. Dopo di me c’erano già due persone in fila, uno partiva per San Francisco e doveva prenotare gli hotel e l’altra ragazza non so. Fatto sta che invece di prenotare da casa questi signori erano andati in agenzia.

Sinceramente io non prenoto un volo in agenzia dall’estate dei miei 17 anni, il primo e ultimo volo l’ho preso per la Sardegna e poi ho sempre fatto online. Molte persone però non si fidano ancora del tutto della prenotazione online e anche se comporta un sacrificio iniziale maggiore, sono disposti anche a questo per la sicurezza e la garanzia di un volo senza problemi.
Del resto un conto è prenotare un volo per la Sardegna e un altro è prenotare tre settimane a San Francisco, forse in quest’ultimo caso la sicurezza di una vacanza in cui tu non devi pensare a niente ad un certo punto ci sta.

A questo punto la domanda sorge spontanea, come si suol dire, voi prenotate in agenzia o fate da soli? Rientrate nel 49% o nel 51% assieme a me? 🙂

Federica Piersimoni

*Conosciuta dai twitterini come @federchicca,  Federica è blogger e social media consultant per passione e per lavoro. Scrive online dal 2008, ha la passione per i viaggi e la fissa per il low cost. Marchigiana di nascita e romagnala d’adozione, ora vive a Roma.

Link utili:

Barometro Vacanze 2013 Ipsos-Europ Assistance