Europ Assistance
  • Iscriviti al Feed RSS
  • Seguici su Google+

New York al femminile per il Ringraziamento

new-york-femminile-movesafe

Si avvicina il Thanksgiving Day, il Giorno del Ringraziamento, forse la festa a cui gli americani sono più legati, in cui le famiglie si riuniscono, e durante la quale, da tradizione, si mangia il tacchino ripieno accompagnato dalla composta di mirtilli. Cade il quarto giovedì di novembre e quest’anno sarà il 24 novembre.
Se avete deciso di trascorrerlo a New York, vi lascio alcuni consigli tratti dal mio nuovo libro “New York al femminile”, utile sia per chi non è mai stato a NYC, sia per chi torna per l’ennesima volta. Si tratta di consigli e itinerari in una città che ancora non tutti conoscono davvero, se si escludono le tappe più famose.

  • Si può dire che a New York il Natale inizi con il Thanksgiving Day: alle 9 all’incrocio tra la 77th Street e Central Park Avenue tra gigantesche zucche e Babbo Natale inizia la grande parata organizzata dai magazzini Macy’s. Il corteo si dirige verso sud fino a Herald Square, dove ha sede il negozio in cui si trova ancora un’antica scala mobile in legno.
  • Un giro di shopping da Century 21 (www.c21stores.com) al 22 di Cortland Street nel Financial District, per fare affari d’oro con grandi firme a prezzi scontatissimi, che si abbassano ulteriormente il giorno dopo il Ringraziamento.
  • Almeno uno sguardo da Tiffany al 727 della Quinta Avenue per sognare come nell’omonimo film con Audrey Hepburn. Quella è proprio la sede storica che compare all’inizio del film. In fin dei conti ci stiamo avvicinando a Natale.
  • Tra qualche giorno si accenderà il grande albero di Natale del Rockefeller center. La cerimonia è tra le più attese di Manhattan e la data va controllata sul sito. Intanto i newyorkesi non hanno perso tempo e hanno già iniziato a pattinare in Rockefeller Plaza.
  • Andate nel Bronx a visitare il bellissimo New York Botanical Garden (www.nybg.org). Nel periodo autunnale è allestito un vero e proprio villaggio delle zucche, con alcune gigantesche che arrivano dalla Pennsylvania. Nel periodo prima di Natale si trova già l’Holiday Train Show: trenini elettrici di epoche differenti viaggiano attraverso oltre cento modelli in scala delle icone newyorkesi, dal Brooklyn Bridge allo Yankee Stadium. Tutto è costruito solo con cortecce e rami.
  • Dismessi streghe e ragni per Halloween, a Brooklyn si inizia ad allestire per Natale già a fine novembre: fate una passeggiata tra le decorazioni luminose delle case di Bay Ridge e Bensonhurst nel quartiere residenziale di Dyker Heights.
  • Central Park è perfetto in ogni stagione dell’anno ed è qui che si capisce quanto NYC, pur così cementificata, segua l’andamento della natura che è ben presente in città. In questo periodo si passeggia lungo il grande viale The Mall per godere del foliage e si può pattinare al cosiddetto Trump Rink, il cui nome ufficiale è Wollman Rink, aperto fino a inizio aprile (www.wollmanskatingrink.com).
  • In questo periodo da Madewell, catena di abbigliamento amata dalle star, è in offerta la marchiatura delle vostre iniziali se acquistate una borsa di pelle. Andate a dare un’occhiata, i negozi sono numerosi. Tra i più interessanti quello in Grosvenor, quello di Soho e quello sulla Quinta, www.madewell.com.
  • Regalatevi un taglio di capelli alla newyorkese per tornare a casa come nuove dagli States. Potete prendere appuntamento da Cristian Mazza Salon (pagina Facebook @cmazzasalon) che ha il suo salone tra Upper East Side e East Harlem, 135 E 110th Street, a due passi dalla linea 6 della Subway. Parla italiano, quindi vi capirete senza dubbio.
  • Riscaldatevi con un originale drip coffee, il caffè all’americana preparato con il filtro, da One Girl Cookies a Dumbo, Brooklyn. I biscottini hanno nomi di donna, i miei preferiti sono Mary e Penelope, www.onegirlcookies.com.

#MOVESAFE – Tra i consigli di “New York al femminile” anche quello sull’assicurazione sanitaria da viaggio, perché all’estero e soprattutto negli States non si va senza averne stipulata prima una, come Viaggi Nostop Usa & Canada di Europ Assistance, che garantisce assistenza sanitaria in viaggio 24 ore su 24 e copertura integrale di tutti i costi senza limiti di massimali e pagamento diretto delle spese mediche fino a 1 milione di euro.

Elisa Pasino*

 

*Giornalista professionista che viaggia e scrive di viaggi, Elisa lo fa sul suo blog valigiaaduepiazze.ilgiornale.it e su alcune testate nazionali e milanesi. Si è sposata a New York e da qui il link con la Grande Mela e il suo libro “New York al femminile”, uscito a fine settembre per Morellini Editore, è già alla quarta ristampa. Ora ne sta scrivendo un altro sempre dedicato a chi ama viaggiare che sarà pronto in primavera.

Link utili:
Assicurazione Viaggi per gli Stati Uniti

 

Guarda anche

Viaggio in Giappone: mangiare vegetariano

Watashi wa bejitarian desu, “io sono vegetariano”: è questa la frase che ogni vegetariano si troverà a ripetere più spesso in Giappone. Si potrebbe pensare che mangiare vegetariano in Giappone sia molto semplice, ma non è così; la cucina del Sol Levante, infatti, si basa principalmente su...

Approfondisci

#Movesafe under 35: cinque escursioni nei dintorni di Madrid

Siete a Madrid e desiderate staccare per qualche ora dal caos della città? Ecco quindi cinque escursioni da fare in giornata alla scoperta dei dintorni della capitale spagnola. A seconda della vostra necessità potete noleggiare un’auto oppure affidarvi agli efficienti mezzi di trasporto...

Approfondisci

#Movesafe in Sudafrica da Cape Town a Johannesburg

Il Sudafrica, un Paese che forse ne ha altri mille e più in sé: mix di culture, lingue, religioni, tradizioni, etnie e colori. Noto a tutti come The Rainbow Nation, il Sudafrica è la meta di viaggio che mi ha regalato più di tutti il senso di spazio e condivisone. Cieli immensi, miliardi di...

Approfondisci

Inviare un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *