Europ Assistance
  • Iscriviti al Feed RSS
  • Seguici su Google+

Viaggio in Giordania Stylish vs Backpacker

Due travel blogger con due stili di viaggio completamente diversi, una meta che entrambi sognavano di vedere da tempo e la voglia di mettersi in gioco, sono solo alcuni degli ingredienti che hanno spinto Anna Pernice, travel blogger di www.travelfashiontips.com e Andrea Strazzeri di www.axstravelblog.com a partire insieme per la Giordania in un viaggio da loro stessi denominato “Stylish vs Backpacker”.

“Siamo stati due folli – inizia Anna – perché in realtà io ed Andrea ci conoscevamo pochissimo, o quasi per niente. Ci eravamo visti soltanto una volta quando abbiamo deciso di organizzare questo viaggio, ma la voglia di scoprire nuove mete e viaggiare è stata più forte ed alla fine per fortuna è andato tutto bene, anzi, è stato un viaggio che porterò per sempre nel cuore.”

“La Giordania mi ha colpito! – dice Andrea – E pensare che molti ancora oggi non conoscono questa terra meravigliosa e/o hanno paura di andarci. Dal punto di vista backpacker la Giordania offre tantissimo, Petra e il suo parco archeologico sono la ciliegina sulla torta di un viaggio che entra nel cuore.”

Il Mar Morto, Jerash, Amman ma anche il monte Nebo sono località ricche di storia che fanno capire quanto il mondo sia meraviglioso.
La Giordania è una destinazione che ha saputo stupirci piacevolmente. Abbiamo trovato un Paese molto ospitale, con un’ottima gastronomia e tanti siti archeologici da scoprire.
E poi, è stata perfetta per il nostro progetto, perché si presta facilmente sia ad un viaggio zaino in spalla per i viaggiatori più avventurosi che vogliono dormire in campi tendati ed ostelli nel deserto o sulle montagne, sia per viaggi di lusso, con una vasta offerta di hotel 4 e 5 stelle sia di catene internazionali che Boutique Hotel locali.
L’abbiamo girata tutta on the road in una settimana e non c’è stato posto che non ha saputo regalarci emozioni fortissime.
Siamo partiti con volo diretto Easyjet da Milano Malpensa ad Aqaba che in 4 ore e mezzo ci ha portato in Medio Oriente. Atterrando ad Aqaba, e non ad Amman, il visto d’ingresso è stato gratuito.
Da lì abbiamo ci siamo spostati con auto privata con autista e guida privata messaci a disposizione da Visit Jordan ed abbiamo iniziato il nostro tour on the road per la Giordania alla scoperta delle sue bellezze storiche, naturalistiche e architettoniche.

 

Dead Sea

La prima tappa è stata il Dead Sea, il punto più basso della terra a 400 metri sotto il livello del mare. Fare il bagno nelle sue acque è impossibile, si finisce sempre per il restare a galla. Così ci siamo fatti cullare dalle sue acque salate godendoci il panorama di Israele sulla sponda opposta e fatto i fanghi su tutto il corpo.

Jerash

Seconda tappa del nostro tour è stata Jerash, l’antica Gerasa di epoca romana, una delle 10 città romane del paese e l’unica città al mondo ad essere rimasta intatta nei secoli, insieme a Pompei.
Vi consigliamo di dedicarci almeno una mattinata. Vi ritroverete a camminare attraverso il Cardo Romano ancora intatto lungo 800 metri e circondato da 500 colonne con capitelli Corinzi, potrete vedere l’arco di Adriano eretto nel 106 durante la visita dell’Imperatore, il tempio di Diana e ben due teatri romani ancora nel loro splendore. Il primo, è stato il primo teatro numerato del mondo, nel secondo, ancora oggi nelle sere d’estate si svolgono spettacoli teatrali e concerti.

Amman

Immancabile una visita ad Amman, la capitale, con la sua cittadella romana, anch’essa ancora in ottime condizioni. Da lì è possibile vedere dall’alto tutta la città, scoprire tante informazioni sulla Giordania attraverso le stele delle Dinastie ed ammirare il maestoso ed imponente tempio di Ercole che sovrasta tutta la città, con alcuni pezzi di una statua che doveva essere alta 3 metri!

Amman

Amman – Rovine Romane

Monte Nebo

Se la parte a nord del paese è quella in cui ci sono i centri abitati, spostandosi verso sud attraverso l’autostrada del deserto, ci si incammina lungo la via della seta e la strada dei Re, dove ci sono ancora numerosi castelli del periodo delle Crociate, come Karak e Shobak.
Prima di raggiungere Karak, consigliamo una tappa a Madaba dove ci sono dei bellissimi mosaici di epoca bizantina e sul Monte Nebo, dove si fermò Mosè per ammirare la Terra Promessa.

Deserto del Wadi Rum

Ritornando a sud, non può mancare una bellissima esperienza tra tende beduine nel deserto del Wadi Rum, considerato tra i deserti più belli, dove la sabbia rossa si alterna a rocce di arenaria rossa e nel quale sono state girate numerosi film come The Marzian e Lawrence D’Arabia.
Noi consigliamo di passarci almeno una notte per vivere la magia dell’alba e del tramonto tra le dune.

Dromedari nel deserto

Dromedari nel deserto

Petra

C’è poi lei, Petra, la città scolpita tra le rocce di arenaria rossa dai Nabatei intorno al 200 a.C. lungo la via della Seta, crollata durante il terremoto del 749 e dimenticata nei secoli. Per arrivarci bisogna percorrere il Siq, una stradina stretta e tortuosa tra due canyon lunga 2 km che porta fino alla facciata del Tesoro, uno dei simboli indiscussi della città e di tutta la Giordania.
Ma il Tesoro è solo il primo di tanti templi, tombe e case scavate nella roccia. L’intero sito archeologico si estende per oltre 8km ed una giornata da sola non basta per visitarlo tutto. Noi ci abbiamo dedicato due giornate!

Petra -Il Tesoro

Petra – Il Tesoro

Aqaba

Alla fine del nostro viaggio ci siamo fermati una giornata ad Aqaba, sul Mar Rosso, dove c’è una delle barriere coralline più intatte e meglio conservate del Medio Oriente.
Purtroppo è vietato fare foto e riprese subacquee, ma vi consigliamo di godervi lo spettacolo!
Se dovessimo dare un solo consiglio ala fine di questo viaggio, vorremmo dire a tutti di lasciar perdere gli stereotipi e le preoccupazioni e di partire, non importa se da backpacker o da stylish, se da fotografo o da normale turista. La Giordania, i Giordani e l’eccezionale gastronomia locale saranno pronti ad accogliervi e stupirvi!

Prima di partire, però, non dimenticate mai di stipulare un’assicurazione di viaggio, utile per proteggervi da ogni imprevisto. Noi abbiamo la Viaggi Nostop Vacanza di Europ Assistance con copertura mondo e MyClinic, per poter richiedere assistenza in viaggio anche in modalità digitale.

Anna Pernice e Andrea Stazzeri

www.travelfashiontips.com
     
https://www.axstravelblog.com/
  

 

Inviare un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *