Il 23 marzo si è tenuto il webinar #eMartedìTurismo organizzato da Guida Viaggi in collaborazione con Europ Assistance moderato dalla giornalista Paola Olivari. 

Titolo del panel “La soluzione assicurativa che aiuta a ripartire”: un confronto sulle possibilità di ripresa del mercato e sull’evoluzione dei nuovi bisogni dei viaggiatori.

Tra i panelist oltre a  Massimiliano Sibilio – Head of Travel Sales & Marketing di Europ Assistance c’erano Sara Abdel Masi Direttrice dell’Hotel dei Cavalieri e dell’Hotel The Square di Milano, Fabrizio Begossi Managing Director Casevacanza.it, Barbara Casillo Direttore Generale Confindustria Alberghi, Damiano De Crescenzo Direttore Generale Planetaria Hotels e Fabrizio Scuppa Ceo di Octorate.

Al centro del dibattito il sostegno agli operatori del turismo e nello specifico al mondo dell’Hotellerie duramente colpito dalla pandemia.

Come illustrato da Massimiliano Sibilio, secondo un sondaggio on line realizzato con Valica e diffuso a marzo sui siti di viaggio del loro network a cui hanno riposto oltre 5000 persone, se prima della pandemia il 52% acquistava soluzioni di viaggio più economiche anche se non cancellabili con un approccio quindi price oriented, oggi ben l’87% degli intervistati si dichiara disposto ad acquistare ad una tariffa meno vantaggiosa ma cancellabile, per proteggere la prenotazione.

Il 52% dichiara che quest’estate andrà in vacanza in italia che si conferma la destinazione chiave, mentre l’Europa e i Paesi extra-europei si contendono a pari merito il restante 50%.

Per quanto riguarda la tipologia di alloggio, dalla survey emerge come l’hotel sia la soluzione preferita dalla maggior parte degli intervistati con il 41% delle preferenze, seguita dal bed&breakfast (20,68%) e dalle case-vacanza (14,29), fanalino di coda con il 2,65% il campeggio.

Il 43% degli intervistati vorrebbe avere la garanzia che la struttura ricettiva rispetti tutte le misure anti-Covid. Si conferma la disponibilità da parte dei viaggiatori a pagare un costo aggiuntivo per aver la garanzia di poter cancellare la prenotazione fino al giorno prima della partenza (44% dei rispondenti) e per una copertura che protegga il viaggio in caso di Covid (23%).

Gli italiani in genere sono un popolo poco avvezzo a coprirsi con le assicurazioni – ha commentato Sibilio – ma con la pandemia abbiamo assistito ad una forte accelerazione del processo di acculturamento assicurativo. Se fino a pochi mesi fa solo un terzo acquistava una polizza viaggi adesso questo numero ha registrato una vera impennata  attestandosi quasi al 70%.

In questo contesto, Europ Assistance conferma il suo ruolo di partner assicurativo specializzato in grado di rispondere ai nuovi bisogni grazie a Hotel Safety Program. Una soluzione assicurativa nata per aiutare le strutture ricettive nel delicato processo di rassicurazione dell’ospite garantendo un soggiorno sicuro e protetto. Un modo nuovo per prendersi cura non solo di chi viaggia ma anche di chi ospita.

Per Barbara Casillo uno degli elementi più critici di questo periodo è l’incertezza, troppi gli stop & go che hanno messo in enorme difficoltà gli operatori. Le aziende del mondo Hospitality hanno dimostrato fin dall’inizio una grandissima capacità di resilienza, ma avranno bisogno di aiuto e attenzione per continuare ad innovare e investire per offrire ai propri ospiti un prodotto che risponda alle nuove esigenze. Si tratta di un percorso di ritorno alla normalità che va accompagnato anche per fronteggiare la concorrenza di alcune destinazioni straniere che stanno lanciano campagne covid free. Abbiamo di fronte sfide importanti da affrontare insieme – sostiene Casillo – , l’unica certezza è che il turismo si riprenderà, perché viaggiare è una bella abitudine a cui difficilmente si rinuncia.

Sara Abdel ha sottolineato come loro siano stati tra i primi a decidere un anno fa di restare aperti anche in piena pandemia, costruendo un nuovo business model e continuando a fare ospitalità su un target differente rispetto a quello standard. Secondo lei è fondamentale focalizzarsi sui dipendenti che rappresentano il filtro tra hotel e ospite guardando on ottimismo alle future opportunità. Le ancillary, come le assicurazioni, non saranno più considerate tali ma sono destinate a diventare dei pilastri dell’Hotellerie.

Damiano de Crescenzo ha, invece, evidenziato come da sempre Planetaria Hotel lavora per trovare soluzioni in grado di migliorare l’accoglienza cercando di superare le rigidità e la burocrazia. Secondo lui la pandemia ha solo accelerato questo modus operandi e d’ora in avanti bisognerà puntare sulla flessibilità e sulla semplificazione pur nel rispetto di tutti i protocolli vigenti.

Fabrizio Scuppa ha affermato come il loro ruolo della tecnologia sia quello di  semplificare alcuni processi del mondo dell’hotellerie grazie alla digitalizzazione e anche all’intelligenza artificiale. E’ aumentata la richiesta da parte degli albergatori di soluzioni tecnologiche per rispondere al cambiamento, soprattutto in merito alla distribuzione di prodotti e servizi come le coperture assicurative. La strada è in discesa, siamo vicini all’estate e grazie alla bella stagione, alla campagna vaccinale e agli strumenti a disposizione sarà possibile organizzare viaggi più sicuri.

Secondo Fabrizio Begossi per gli utenti di Casevacanze.it l’elemento decisivo nella scelta della vacanza è la sicurezza. Durante il picco del lockdown il portale ha registrato un calo quasi del 70% , ma un vero e proprio rimbalzo nell’estate 2020 con una crescita addirittura superiore al 2019. Questo a conferma di come il desiderio di viaggiare sia sempre forte anche se i viaggiatori chiedono un alto livello di sicurezza. Il mercato delle soluzioni assicurative per host è ospiti è quindi molto interessante per un supporto nella gestione del rischio.

In sintesi tutto è cambiato tranne la voglia di viaggiare. Dalle varie considerazioni emerse durante il panel emerge in modo forte e chiaro da parte di tutti come la leva prezzo, seppur importante, non sarà più un driver determinante nella scelta delle vacanze. L’importante è preservare un corretto value for money e spingere su sicurezza e flessibilità, fattori chiave nelle scelte della clientela. Sono questi gli elementi che guideranno in futuro le scelte dei viaggiatori.

Per rivedere l’evento

Condividi su:
Mostra commentiClose Comments

Lascia un commento