Europ Assistance
  • Iscriviti al Feed RSS
  • Seguici su Google+

Namibia

Capitale: Windhoek
Lingua: tedesco e inglese
Moneta: Rand sudafricano, Dollaro namibiano
Distanza dall'Italia: 11000
Sapevi che:

Il Kalahari è il sesto deserto più grande al mondo con oltre 930.000 chilometri quadrati di estensione, e il secondo in Africa dopo il Sahara. Si tratta anche di uno dei più aridi. Nonostante ciò, gli orici, una specie di antilope, riescono a sopravvivere benissimo nel deserto grazie ad un sistema di vasi sanguigni che protegge il cervello dal caldo e a narici in grado di raffreddare l'aria inspirata.

ECCO ALCUNI CONSIGLI UTILI PER IL TUO PROSSIMO VIAGGIO IN NAMIBIA:

Documenti

Dal punto di vista della documentazione, non è richiesto un visto per l’ingresso nel Paese se si arriva via aereo (basta esibire il biglietto ai controlli), mentre è sempre necessaria la presenza del passaporto e dei documenti d’identità.

Alla dogana

Al momento del passaggio della dogana, si sono verificati dei casi (per fortuna rari) in cui doganieri disonesti hanno tentato di compiere estorsioni ai turisti. Si consiglia, dunque, per evitare che si ripetano spiacevoli inconvenienti, di scegliere le ore di punta durante le quali la presenza di un maggior numero di persone limita il rischio di ritrovarsi in brutte situazioni. Per superare la dogana senza problemi, si consiglia, inoltre, di tenere a portata di mano l’indirizzo del luogo in cui si è diretti. In ogni caso, se si dovessero verificare problemi, è sempre meglio contattare l’ambasciata italiana, che si trova a Windhoek. Gli amanti della caccia che desiderano importare fucili devono richiedere un permesso che gli sarà rilasciato al momento dell’arrivo nel Paese dalle autorità doganali.

Sistema sanitario

Non esistono vaccinazioni obbligatorie, anche se le ambasciate consigliano quantomeno i vaccini per l’epatite e l’antitetanica. È opportuno munirsi di un’assicurazione viaggio come quella di Europ Assistance che copra anche i costi delle spese sanitarie, dal momento che il clima a volte aspro e la presenza di animali selvaggi durante le escursioni, non escludono del tutto la possibilità di ferite o infezioni.

Sicurezza in viaggio

Si consiglia la prenotazione tramite un tour operator che possa gestire anche gli spostamenti tra le varie zone del Paese. In questo modo, sarà possibile approfittare dell’esperienza dei conducenti e dei migliori mezzi a disposizione per il trasporto.
Se, tuttavia, si decide di optare per il noleggio di una vettura per gestire liberamente il viaggio, è bene osservare alcune regole di prudenza.
Innanzitutto, le strade che attraversano il Paese, salvo le vie principali della capitale, non sono in ottime condizioni. Si tratta di strade sterrate, polverose e non agevolmente percorribili. Per questo motivo è importante munirsi di un fuoristrada. Altro consiglio prezioso è quello di avere sempre con sé almeno due ruote di scorta, in modo da evitare il rischio di rimanere bloccati dopo aver forato.
Dal punto di vista della sicurezza si segnala che negli ultimi anni, soprattutto nei sobborghi della capitale, si è registrato un forte aumento dei furti ai danni dei turisti, in particolare di oggetti preziosi, marsupi e macchine fotografiche. Si consiglia di viaggiare in compagnia di un gruppo o di una guida esperta e di non allontanarsi eccessivamente dalle zone a maggior frequentazione turistica.

Clima e religione

Il periodo migliore per visitare la Namibia è quello corrispondente alla nostra estate (maggio-ottobre), perché vi si può riscontrare un clima più mite. Allo stesso tempo, per gli amanti del safari, la stagione secca (corrispondente al nostro inverno) è decisamente sconsigliata per la minore presenza di animali.
La Namibia è caratterizzata da una forte mescolanza religiosa, causata dalla presenza di molte comunità convertite negli anni al cristianesimo e che celebrano, dunque, festività uguali a quelle occidentali. Alcune comunità territoriali praticano ancora credenze sciamaniche e animiste vecchie di secoli.

Cosa mangiare

La cucina tradizionale delle popolazioni indigene presenta ortaggi e frutti esotici, oltre a varie tipologie di carni quali: selvaggina, struzzo, antilopi e in particolare il kudu. Tuttavia, nella maggior parte dei ristoranti e dei lodge si trovano piatti di tradizione europea, principalmente inglese o tedesca. Inoltre, sono diffusi anche eccellenti vini di provenienza sudafricana, tra i migliori del continente.

 

Viaggi di nozze, 5 destinazioni da considerare assolutamente

Il matrimonio si avvicina e non avete ancora pensato al viaggio di nozze? Ecco 5 destinazioni per la luna di miele che dovreste prendere in considerazione. CUBA – Una luna di miele a Cuba vi catapulterà in scenari romantici da vivere con l’altra metà. L’isola caraibica è un...

Approfondisci

Botswana e Namibia, destinazioni “a prova di futuro” dell’Africa tra acqua e deserto

Terra di inesauribili risorse naturali ma, ancor prima, culla dell’umanità, l’Africa offre molto di più in termini turistici di quanto si possa immaginare. Cinquantaquattro stati, in un territorio che è tre volte più grande di quello europeo, e una vastità di spazi che si apre dalle calde...

Approfondisci