Europ Assistance
  • Iscriviti al Feed RSS
  • Seguici su Google+

Il Christmas Party di Europ Assistance tra nuovi scenari e costruzione del futuro

Il nostro Christmas Party, oltre ad essere l’occasione per vivere un momento di festa e scambiarci gli auguri natalizi, è stato un momento di confronto e riflessione sul ruolo di Europ Assistance in vista del 50° anniversario in Italia che ci accompagnerà per tutto il 2018.
Come ha ribadito il nostro Amministratore Delegato Fabio Carsenzuola “Il miglior benvenuto a questa festa di Natale ce lo danno loro: i nostri clienti e la loro riconoscenza”.

ANTICIPARE IL CAMBIAMENTO – Oggi come oggi, in tempi di un sostenuto dinamismo economico e comunicativo, essere leader significa anche saper interpretare i segnali intorno a noi ed anticipare il cambiamento. “La nuova rivoluzione non è più il cambiamento, ma la velocità del cambiamento”, sostiene il giornalista Sergio Zavoli.
Le persone di cui Europ Assistance da sempre si prende cura nel quotidiano e nelle situazioni più critiche rappresentano il fulcro del cambiamento che ci circonda e ci aiutano a disegnare la nostra idea di futuro.

SCENARI – Quali sono le sfide che ci aspettano nelle nostre aree di business? “La salute del futuro ci parla di nanomedicine, robot in scala nanoscopica, stampanti biologiche 3D, prevenzione e cura delle malattie direttamente da casa. – spiega Carsenzuola – Il futuro parla di una mobilità senza confini dove gli spostamenti saranno sempre più rapidi e meno inquinanti. La mobilità andrà in direzione della guida autonoma e di droni per il trasporto di persone, quest’ultimo un servizio che Uber e Nasa sta studiando per avere tra i cieli di Los Angeles i primi voli dimostrativi a partire già dal 2020. La casa del futuro sarà sempre più controllata a distanza attraverso la tecnologia e aiuterà le persone con la necessità di avere un aiuto costante h24″.

COSTRUTTORI DI FUTURO Per essere costruttori di futuro non bisogna temere il domani, ma cogliere le grandi opportunità. Chi meglio di un ospite prestigioso come Gianluca Dettori, imprenditore e venture capitalist, può esserne testimone? “Analizzo e valuto oltre 2000 startup all’anno – ci racconta Dettori – e ne approfondisco 200, incontrando i rispettivi team che lavorano allo sviluppo dei progetti.”

FALLIMENTO E INNOVAZIONE COME OPPORTUNITA’ –  Il fallimento è una lezione importante e porsi le domande giuste asfalta la strada per affrontare nuove sfide. “Mi occupo di Internet dal 1999 e la velocità è diventata un fattore della vita – sostiene Dettori – Anzi domani ci aspetteranno ulteriori accelerazioni. Oggi vale la metafora dell’onda e del surfista: saper monitorare e interpretare i segnali deboli, perchè possono nascondere i grandi cambiamenti. Questi ultimi, se non sono captati in anticipo, possono travolgerci come uno tsunami.”

Curiosità, attenzione, trasformazione, sperimentazione restano i quattro punti cardinali della nostra visione del futuro. Il 2018 lo festeggeremo in quest’ottica.

Inviare un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *