Europ Assistance
  • Iscriviti al Feed RSS
  • Seguici su Google+

Benessere in azienda: educare i bambini alla felicità

“Vivere in armonia con ciò che siamo, facendo ciò che ci piace fare con le persone con le quali scegliamo di stare con una mente più positiva e meno disfattista verso il futuro, è questa le sintesi estrema che sta alla base della scienza dell’happiness”  ( M. Masella “Educare i bambini alla felicità”)

La scuola di Palo Alto, tra le principali Business School in Italia, è venuta a trovarci nella  nostra sede di Milano per parlare a tutti i colleghi genitori di come educare i bambini alla felicità.
L’iniziativa, nel calendario delle attività legate al benessere in azienda previste per il 2018, è stata una grande opportunità per scoprire che educare i bambini alla felicità non è fondamentale solo per il loro benessere, ma anche per il ‘nostro’ benessere e quello della società in cui vivremo.

IMPARARE AD ESSERE FELICI – “La felicità è precursore del successo, non una sua mera conseguenza”. Questo ci ha raccontato Marco Masella, Presidente della Scuola Palo Alto e autore del libro Educare i bambini alla felicità, partendo dalla relazione genitori – figli che si costruisce nell’infanzia, passando per l’evoluzione nella fase adolescenziale con simpatici aneddoti sulla differenza tra cervello femminile e maschile, fino ad arrivare all’educazione al benessere e alla felicità che passa da strumenti quali il rafforzo positivo.

ADULTI E BAMBINI FELICI – Quindi educare i bambini alla felicità si può e si deve, per fare di loro persone solide, capaci di affrontare la vita. Ma affinché il processo si realizzi nei bambini c’è un fattore di mediazione fondamentale e questo fattore ha un nome: ‘adulti’. Un adulto felice molto probabilmente crescerà un bambino felice, perché la vera educazione si costruisce attraverso l’esempio.

BE HAPPY BE SOLID”
La cultura della positività aiuta ad affrontare i momenti di difficoltà  e le nuove sfide, migliora  la capacità dei dipendenti di fronteggiare i  cambiamenti e il problem solving.

Quando le organizzazioni sviluppano culture positive raggiungono  livelli significativamente più elevati di efficienza organizzativa perché migliorano la  soddisfazione e le relazioni con i clienti,   l’engagement dei dipendenti e di conseguenza la produttività.

Vuoi saperne di più?

www.scuoladipaloalto.it
www.educareibambiniallafelicita.it

Inviare un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *