Europ Assistance
  • Iscriviti al Feed RSS
  • Seguici su Google+

Smartworking in Europ Assistance: un cambiamento culturale verso la sostenibilità

Al via i workshop dedicati allo SMARTWORKING.
Il primo appuntamento, dedicato al tema “Worklife Integration”, ha coinvolto circa 30 smartworkers pronti a mettersi in gioco e lavorare insieme per trovare gli ingredienti della ricetta per lo smartwoker felice e che riesce ad integrare al meglio lavoro e vita privata raggiungendo i suoi obiettivi.

GLI ESPERTI
Alla guida di questo percorso e del lavoro di gruppo, due ospiti d’eccezione: Emanuele Madini dell’Osservatorio Smartworking del Politecnico e Chiara Bisconti che, dopo una lunga esperienza in una multinazionale, ha portato anche nel pubblico il “lavoro agile”.

TECNOLOGIA, DIRITTO ALLA DISCONNESSIONE E PRODUTTIVITA’
Emanule Madini
 ha raccontato come le nuove tecnologie abbiano cambiato il nostro modo di lavorare e ci espongano al rischio di iperconnessione.
La disconnessione è un diritto e se è vero che alcune aziende hanno adottato regole per limitare il” sempre contattabile” (always on) chiudendo, ad esempio, i server aziendali di posta  elettronica ad una determinata ora, è vero anche che il vero equilibrio sta nella responsabilità individuale. 

“I confini tra vita privata e personale sono più fluidi e dobbiamo imparare a staccare la spina”

Trovare il proprio metabolismo della produttività per organizzare orari e luoghi più adatti alle attività che dobbiamo svolgere ci è di grande aiuto: le attività che richiedono molta attenzione e concentrazione devono essere preservate e svolte in contesti adeguati.  Quando siamo interrotti ci mettiamo 15 minuti a recuperare l’attenzione. si passa dal concetto di” time management” a quello di “attention management“, continua Madini.

CAMBIAMENTO EPOCALE, L’IMPATTO
Chiara Bisconti 
racconta la sua esperienza al Comune di Milano. Attraverso 4 parole chiave conduce il gruppo   in un viaggio valoriale che parte dal concetto di cambiamento dello spazio e del tempo e si conclude con un messaggio positivo che riguarda l’impatto che abbiamo sul mondo.
Qual è la percezione del tempo e il valore del tempo per noi? Il tempo passa e non torna più. Come lo usiamo? Le aziende ci danno una chance per lavorare in modo diverso. Sta a noi usarlo al meglio.

  1. RESPONSABILITÀ “L’azienda mi lascia libera di raggiungere il risultato, non devo essere lì”
  2. CONSAPEVOLEZZA (DEL TEMPO) “Il tempo è un valore, dove voglio metterlo? Trovo cosa ha senso per me, cosa mi fa stare bene”
  3. OPPORTUNITÀ “Fuori c’è un mondo, magari trovo delle soluzioni all’esterno. Andare fuori, camminare, contaminarsi. Ho del tempo e cerco cosa l’ambiente mi può dare”
  4. IMPATTO “Le nostre scelte hanno impatto sugli altri”

Se tu sei il cambiamento che vuoi vedere nel mondo, il mondo cambia”.

SMART WORKING IN ITALIA
Grazie anche all’approvazione della legge sul lavoro agile avvenuta nel giugno 2017, la diffusione dello Smart Working in Italia ha dei tassi di crescita interessanti.  IL 60% delle aziende oggi dichiara di aver lanciato iniziative di lavoro agile.

SMART WORKING IN EUROP ASSISTANCE: diffusione e impatto sui lavoratori
L’introduzione dello smart working in Europ Assistance, tra le prime aziende in Italia, non ha cambiato solo il modo di lavorare ma ha rappresentato l’inizio di un cambiamento culturale che è in continua evoluzione.  Ce ne aveva parlato in un video  il Prof. Mariano Corso, Ordinario al Politecnico di Milano e Responsabile scientifico dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano.

L’impatto riguarda oltre il 70% della popolazione aziendale. Cambiano gli spazi, gli strumenti di lavoro e si consolida il rapporto di fiducia, si rafforza la responsabilità individuale nella direzione della sostenibilità.

SMARTWORKING, UN CAMBIAMENTO CULTURALE
Se cambiano spazi, strumenti e modalità di lavoro, è fondamentale accompagnare le persone nella trasformazione di un pezzo della loro vita affinché gli impatti, le sfide e le opportunità portino a migliorare il benessere in azienda e i risultati in un’ottica di responsabilità individuale per raggiungere il valore della” work life integration”.

I WORKSHOP: MANAGER E COLLABORATORI IN AULA
“Il primo workshop sul tema è nato un anno fa ed era dedicato ai manager di Europ Assistance che avevano e hanno il compito di accompagnare i loro team ad affrontare il cambiamento”

I PROSSIMI APPUNTAMENTI 

2 ottobre: Remote and digital working

20 novembre:  Innovation

Inviare un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *