La ginnastica in acqua ha origini davvero molto antiche. Alcune fonti storiche riportano come già Greci, Romani ed Egiziani erano soliti praticare attività fisica in mare oppure all’interno di vasche utilizzate al pari delle piscine. La disciplina al giorno d’oggi prende il nome di acquagym, uno degli sport acquatici più famosi di sempre. Con questi presupposti, nelle prossime righe vedremo insieme quali sono tutti i benefici della disciplina.

Acquagym: cos’è?

Abbiamo detto che l’acquagym è uno degli sport acquatici più apprezzati e diffusi, grazie a una serie di benefici che è in grado di regalare a tutto l’organismo. L’acquagym prevede lo svolgimento di esercizi fisici in acqua. Molti di questi vengono normalmente fatti in palestra, e prevedono la mobilità di tutto il corpo. Inoltre l’acquagym può essere praticato sia a corpo libero, che con attrezzi.

Nel secondo caso solitamente vengono utilizzati palette per le mani, tubi di gomma, pesi per braccia e gambe e moltissimi altri ancora. Le lezioni di acquagym si tengono in gruppo in piscina. Il livello dell’acqua arriva circa tra torace e ombelico, e generalmente ha una temperatura di 27°. Si tratta di una temperatura ideale che restituisce una piacevole sensazione nel momento in cui ci si immerge.

Oltretutto, tale temperatura non permette nemmeno che il corpo si surriscaldi aumentando il senso di fatica. Per praticare acquagym non è richiesto saper nuotare, ma per svolgere al meglio gli esercizi è richiesta comunque una buona acquaticità. Chiaramente a tenere le lezioni e guidare i movimenti troviamo un istruttore specializzato.

Acquagym: i benefici

Il peso del corpo in acqua si riduce addirittura fino al 90%. Questa particolare caratteristica consente di svolgere attività fisica con un approccio del tutto differente. I movimenti infatti, sono più facili da eseguire, e per questo motivo lo sforzo necessario è più sostenibile. La conseguenza diretta risiede nel fatto che le articolazioni non sono esposte a eccessive sollecitazioni.

L’acquagym dunque, è uno sport adatto a qualsiasi soggetto e senza limiti di età e capace di portare benefici notevoli sotto il profilo fisico e mentale. Durante una lezione, lavorano praticamente tutti i muscoli, e in questo modo vengono tonificati. Questo consente uno sviluppo armonico, con la muscolatura che fortificandosi sostiene più efficacemente la struttura ossea.

Il primo e avvertibile beneficio quindi, è un miglioramento della postura e dei movimenti in generale.

L’acquagym inoltre fa dimagrire: non dobbiamo dimenticare infatti, che l’acqua oppone resistenza, e che tale attrito consente di lavorare con un alto livello di intensità, aumentando i battiti cardiaci e bruciando molte calorie. Proprio per questi motivi l’acquagym è idoneo anche per chi deve perdere peso.

Ma non finisce qui, perché grazie al continuo massaggio esercitato dall’acqua, la circolazione sanguigna viene continuamente stimolata, combattendo la ritenzione idrica e prevenendo o limitando problematiche cardiovascolari. L’acquagym inoltre, è vivamente consigliato per contrastare e prevenire l’artrosi, patologia che come risaputo causa una perdita di elasticità delle articolazioni.

Risultati acquagym: in quanto tempo si vedono i risultati?

Come in qualsiasi altra disciplina sportiva, anche per l’acquagym è richiesta costanza negli allenamenti. Allenamenti sporadici non fanno di certo male, ma non permettono di ottenere tutti i benefici elencati in precedenza. Il consiglio quindi, è quello svolgere l’attività 2 o 3 volte a settimana, per un periodo di almeno 6 mesi. Tonificazione muscolare e rafforzamento corporeo invece, sono visibili già dopo 1-2 mesi.

L’acquagym sarà capace di portare dei miglioramenti a braccia, addominali, cosce e glutei, quindi della muscolatura e della silhouette in generale. Notevole saranno anche i benefici per la resistenza respiratoria e la circolazione sanguigna. Si tratta in sintesi di un’attività che permette sia di mantenersi in forma che di migliorare diverse problematiche fisiche di varia natura.

Anche per le donne in gravidanza l’acquagym si rivela un ottimo alleato. Questo perché durante il periodo della gravidanza, il corpo prende peso molto velocemente. Tale condizione può causare diversi dolori, soprattutto a schiena e articolazioni. Grazie al fatto che in acqua il peso corporeo diminuisce, i movimenti non vanno a gravare sulla muscolatura e sulla spina dorsale.

In altre parole, la futura mamma ha la possibilità di svolgere del buon esercizio fisico senza affaticarsi eccessivamente. Più in generale però, l’acquagym viene consigliato per problematiche alla schiena e in caso di dolori diffusi nella zona lombare. Ciò è possibile sempre grazie al fatto che tale zona del corpo non viene sovraccaricata come invece accade per altre discipline sportive.

Ovviamente per ottenere il massimo dei risultati, la disciplina dovrà essere accompagnata da una dieta bilanciata e uno stile di vita sano. Oltretutto, come per qualsiasi altro tipo di sport, è opportuno consultare il proprio medico curante per comprendere eventuali controindicazioni.

vuoi proteggere la tua salute e quella della tua famiglia?
Scopri Eura Salute 360
Condividi su: