Dall’umore al cuore, i vantaggi per la salute derivanti dalla pratica di camminare sono molteplici. Trovare almeno 30 minuti al giorno per una semplice camminata infatti, consente di godere di una lista infinita di benefici, e in molte occasioni si rivela la migliore delle “medicine”. Camminare con regolarità dunque, regala una serie di vantaggi, riguardanti sia la sfera fisica che quella mentale. Con questi presupposti, vedremo insieme quali sono tutti i benefici per la salute e qualche consiglio pratico per praticare questo sport in sicurezza.

Camminare fa bene: perché?

Secondo alcune ricerche questa rappresenta una delle migliori ginnastiche per rimanere in forma. Non sono necessarie nemmeno attrezzature particolari né un luogo specifico dove praticarla. La camminata infatti, può essere gestita secondo le proprie esigenze, ed è possibile farla in solitaria o in compagnia ovunque lo si desideri, in qualsiasi momento lo si ritenga opportuno. Camminare fa bene e corpo e mente non potranno che ringraziare.

Camminare mezz’ora al giorno, a passo sostenuto e regolare, è uno dei metodi più naturali per tenere sotto controllo il peso e per alcuni soggetti si rivela più efficace persino degli esercizi in palestra. Ma come spiegato in precedenza, l’elenco dei benefici di cui è possibile godere grazie ad una semplice camminata sono molteplici, e riguardano la schiena, i glutei, il cuore, la mente, e la salute personale in generale.

I benefici di una camminata

Come anticipato, essi riguardano diverse “parti” del nostro corpo. In generale camminare fa bene alla salute, dal momento che può ridurre ad esempio il rischio di diabete. Una passeggiata effettuata regolarmente infatti, permette di metabolizzare più efficacemente il glucosio. Consente anche di ridurre problematiche articolatorie e cardiache.

Dobbiamo ricordare che il cuore non è altro che un muscolo, e che come tale deve essere allenato. Maggiore sarà l’allenamento a cui viene sottoposto, più il muscolo diventerà forte. Monitorare la frequenza cardiaca permette dunque di comprendere quanto una camminata costante e ripetuta consenta di rendere più efficiente l’intero sistema circolatorio e facilitare quella che è l’ossigenazione corporea.

In seconda battuta, i vantaggi che derivano da una camminata sostenuta e quotidiana toccano chiaramente la sfera del controllo del peso. Unire questo tipo di attività ad una sana e regolare alimentazione aiuta a mantenere il peso forma. I grassi durante la camminata vengono infatti bruciati più rapidamente, e di conseguenza è possibile anche tonificare al meglio la massa muscolare.

Proseguendo nella lista dei benefici, possiamo dire che camminare fa bene ai glutei. Ogni passo infatti, corrisponde ad un massaggio in grado di de-localizzare la famosa pelle a buccia d’arancia. Al contrario invece, quando si passa molto tempo seduti, e soprattutto con le gambe incrociate, aumenta la cellulite e la circolazione non si fluidifica.

Camminare: quali vantaggi?

La camminata, definita anche walking, è una tipologia di attività consigliata praticamente a qualsiasi soggetto, di ogni età. Questo non significa ovviamente che non si debbano adottare alcune precauzioni e, più in generale, che sia possibile “strafare”. Ad esempio camminare fa bene alla schiena, perché consente di rafforzarne i muscoli. Ma cosa fare in caso di mal di schiena?

In queste situazioni ancora una volta è valida la raccomandazione del non strafare a tutti i costi, e di conseguenza ascoltare il proprio corpo. Se il dolore è troppo intenso ad esempio, e dunque è nella fase acuta, sarebbe opportuno solamente riposare.

Ad influire notevolmente nella sicurezza della camminata troviamo anche il fattore delle scarpe. Il consiglio in questo caso è quello di scegliere un modello che possa tenere contro della tipologia di appoggio del piede, e che dunque siano specifiche per l’attività, comode, e robuste. Una seconda raccomandazione riguarda la gradualità del piano di allenamenti, che consentirà di evitare “passi” falsi. Infine ma non da ultimo, altrettanto importante è controllare la postura ed eventualmente indossare una cintura lombare.

Camminare fa bene alla mente

Camminare non fa solamente bene a moltissime parti del nostro corpo e più in generale alla salute, ma anche allo spirito e alla mente. In linea di massima, per godere pienamente di questo beneficio sarebbe opportuna una camminata in uno spazio verde come quello di un parco o di un bosco piuttosto che nel caos cittadino. Sono numerosi gli studi che hanno dimostrato l’efficacia della camminata in tal senso.

Inutile sottolineare come sentirsi più rilassati e con la mente leggera permetta di evitare maggiormente i pensieri negativi, e di conseguenza di affrontare più serenamente le giornate. Ancora una volta, prendersi del tempo magari pianificandolo per distrarsi da tutti gli impegni della quotidianità, permette di concentrarsi maggiormente sulla propria persona e di affrontare al meglio le difficoltà.

vuoi proteggere la tua salute e quella della tua famiglia?
Scopri Eura Salute 360
Condividi su:
Mostra commentiClose Comments

Lascia un commento