La parola paddle tennis indica uno sport in cui si combina divertimento e tecnica, apprezzato da un numero crescente di giocatori. Scopriamo tutti i lati di questa disciplina e quali sono i benefici di praticarla.

Cos’è il paddle tennis

Considerato il trend del momento, il paddle tennis ha una storia antica, che risale ai primi anni del 900′. L’idea originaria è da attribuire all’inglese Frank Beal, che voleva offrire un gioco molto simile al tennis, ma che potesse essere più dinamico e adatto a tutti.
Il nome deriva dallo strumento, una racchetta particolare chiamata “paddle” una parola che può essere trasdotta letteralmente come pagaia.
È un gioco in cui è richiesta una certa coordinazione, ma può essere praticato sia da chi apprezza le competizioni, sia da chi vuole muoversi e provare qualcosa di nuovo.

Come si gioca a paddle tennis

Quando si parla di questa disciplina sportiva, l’associazione con il tennis è inevitabile, data la presenza di elementi comuni. Infatti, si giocherà in un campo lungo 20 metri e largo 10, leggermente più piccolo, ma suddiviso al centro da una rete e con linee perimetrali e di divisone simili.
Ciò che caratterizza il paddle tennis è la presenza di pareti in plexiglas, posizionate a tre metri dalla linea di fondo e che verranno utilizzate come elementi fondamentali per il gioco.
Infatti, lo scopo è quello di far rimbalzare la palla due volte nel campo dell’avversario, oppure di spingerlo a commettere un errore, mandando la palla in rete, oppure tirala all’esterno del campo. Per fare ciò sarà necessario utilizzare la racchetta per rinviarla nella metà degli avversari, attraverso colpi diretti, utilizzando la forza o la tecnica, ma si avrà l’opportunità di impiegare anche le pareti circostanti, al fine di far rimbalzare la palla e mettere in difficoltà l’avversario.

Cosa serve per giocare paddle tennis: gli strumenti

Oggi esistono prodotti per principianti e avanzati, in cui si combinano tecnologia e innovazione applicata allo sport. Vediamo di seguito cosa serve per giocare a paddle.

  • La racchetta: la conformazione richiama quella da tennis, con un manico e un telaio, ma al centro al posto delle corde è presente una superficie piatta. Quest’ultima ha una sezione esterna che colpisce la palla in fibra di vetro e una interna che invece è composta da diverse tipologie di materiali che assorbono le vibrazioni, come il FOA o l’EVA. Le racchette da paddle tennis hanno delle forme differenti che permettono di esaltare alcune prestazioni rispetto ad altre. Per esempio, quelle rotonde offrono al giocatore un maggior controllo della palla, adatta ai principianti e a chi vuole un gioco più tecnico. Invece, se si è completamente inesperti, può essere utile scegliere la versione a lacrima, dato che permette un elevato controllo, mentre quelle a forma di diamante sono adatte a esprimere il massimo della potenza e della velocità, perfette per i più tecnici.
  • La palla da paddle: la principale differenza tra le palline da tennis e quelle da paddle è legata alla dimensione dato che sono leggermente più piccole e con una pressione interna più bassa. Inoltre, hanno un peso maggiore, ma una capacità di rimbalzo superiore, rendendole molto adatte alla tipologia di gioco in cui sono previste le sponde.
  • Le scarpe: prevedono suole che si adattano a tutte le tipologie di campi da paddle, offrendo una suola che permette di combinare massima elasticità con un elevato grip nei movimenti.
  • L’abbigliamento: lo stile può essere più classico come quello del tennis con pantaloncini corti e maglietta, oppure moderno, utilizzando una tuta o dei leggings per le donne.

Quanto costa un campo da paddle tennis

Le dimensioni ridotte del campo offrono la possibilità ai gestori di un impianto sportivo di poter installare diversi campi da paddle in uno spazio ridotto. Anche l’investimento è proporzionato rispetto a un campo da tennis aggirandosi tra i 10.000 € e i 25.000 €.

A chi si rivolge il paddle tennis

È una disciplina che si adatta a coloro che voglio divertirsi e combinare un’attività fisica. Infatti, è utile per chi ricerca un esercizio fisico elevato, per esempio giocare una partita in singolo, mentre per chi vuole muoversi ma senza stress, si potrà propendere per il doppio.
Non è necessario conoscere le tecniche del tennis, dato che le racchette da paddle sono più semplici da gestire e da utilizzare, ma al contempo offrono a chi vuole esprimere tutte le proprie potenzialità elevate performance. Inoltre, può essere considerato una disciplina in cui si combina strategia e divertimento, per questo è anche adatta ai ragazzi.

Tutti i benefici del paddle tennis

Scegliere di praticare il paddle tennis può essere molto utile anche dal punto di vista dei benefici. Di seguito elenchiamo i principali

  • Giocare al chiuso: i campi sono più piccoli rispetto a quelli da tennis e ciò permette una loro istallazione anche in strutture al chiuso, che offrono la possibilità agli appassionati di dedicarsi a questo sport in qualunque periodo dell’anno, mantenendo quindi un allenamento assiduo.
  • Adatto a tutti: non sono richieste particolari conoscenze tecniche, ma si potrà acquisire una certa abilità nel paddle tennis con un po’ di esperienza. Al contempo può essere una disciplina perfetta per chi vuole esprimere tutto il proprio potenziale tecnico, offrendo una continua crescita nelle capacità personali e la possibilità di variare strategie e i movimenti
  • Tipologia di allenamento: l’impatto sul corpo generato con il paddle è molto simile a quello del tennis, dato che si alterneranno movimenti aerobici in cui si richiedono scatti e spostamenti, con fasi di recupero. Non vi saranno solo spostamenti in avanti o laterali, ma si prevedranno anche cambi di direzione improvvisi al fine di essere pronti alle diverse direzioni acquisite dalla palla dopo il rimbalzo sulle pareti, favorendo lo sviluppo della muscolatura, oltre alla capacità elastica e al coordinamento motorio.
  • Rafforza le relazioni sociali: dato il numero ampio di giocatori anche in Italia, è possibile giocare con una certa assiduità e soprattutto affrontare diversi avversari, in modo da migliorare giorno per giorno la propria tecnica, o semplicemente per effettuare una partita saltuaria.
  • Aiuta a dimagrire: mediamente in una partita di paddle si consumano dalle 500 alle 800 calorie, venendo considerata una disciplina molto adatta per attivare il metabolismo dei grassi.
vuoi proteggere la tua salute e quella della tua famiglia?
Scopri Eura Salute 360

Condividi su: