Internet può aiutare i nostri figli a imparare giocando e, allo stesso tempo, presenta anche diversi rischi. Come possiamo tutelare i nostri bambini dalle trappole della Rete? Ecco qualche consiglio per farli navigare online sicuri e felici.

CYBERBULLISMO – Gran parte dell’attività dei nostri figli sui social network comporta esperienze positive e divertenti, ma può non essere così. Come si legge sul sito della Croce Rossa Italiana tra i sintomi più comuni del cyberbullismo troviamo: sfoghi emotivi dopo aver passato del tempo online e il rifiuto di dedicarsi ad attività che in genere vengono svolte con piacere. Se notate qualcosa del genere, parlatene con vostro figlio e soprattutto ascoltate quello che ha da dire. Tenete traccia di eventuali episodi e segnalate i responsabili degli atti di bullismo ai siti web che utilizzano, oltre che a scuola.

SOCIAL MEDIA – I social media possono essere un’ottima occasione per socializzare, ma i bambini non sono a conoscenza dei pericoli che si incrociano a contatto con “estranei in Rete. Spiegate ai vostri figli che è bene eliminare qualunque richiesta di amicizia o di following da parte di persone che non conoscono e non devono diffondere informazioni personali come il proprio nome completo o l’età. Infine, assicuratevi che non accettino mai di incontrare di persone conosciute attraverso Internet.

PRIVACY – I bambini di oggi vivono sempre più la Rete  e proprio per questo devono imparare a non dare troppe informazioni personali . Aiutateli a creare password sicure (evitando cose tipo “qwerty”) e abituateli ad effettuare il log out da ogni dispositivo dopo averlo utilizzato (o perlomeno a non lasciarlo in giro senza supervisione). Tuttavia, voi e vostro figlio informatevi su come funzionano le impostazioni della privacy sui social network e configuratele ai massimi livelli.

TRUFFE ONLINE –  I truffatori sono una vera minaccia per gli utenti più vulnerabili di Internet. Suggerite ai vostri figli di non aprire messaggi o link sconosciuti, che potrebbero contenere virus “trojan” in grado di rubare dati personali. I bambini più esperti nell’usare il web dovrebbero sapere che non devono divulgare dettagli di carattere finanziario o effettuare transazioni online senza chiedere prima il permesso ai genitori.

PARENTAL CONTROL – Il Parental Control è un sistema di censura di contenuti inappropriati, in grado di proteggere la navigazione dei bambini.
I principali sistemi operativi possiedono la funzione di Parental Control, facilmente attivabile nei loro menù.
Un’altra soluzione, è affidarsi a software terzi, programmi creati appositamente per tutelare la navigazione dei bambini, bloccando contenuti ritenuti pericolosi e fornendo al genitore report sui siti visitati.
Inoltre, su alcuni router è possibile attivare questa funzione, proteggendo tutti i dispositivi connessi ad esso, come: smartphone, pc e console.

TEMPO LIMITATO – Infine, il modo migliore per ridurre il rischi è incoraggiarli a passare più tempo offline. Stabilite dei limiti chiari sull’uso di Internet in casa (esempio niente smartphone a tavola) e rimuovete qualunque dispositivo dalla loro camera dopo una certa ora. Perlomeno avranno assicurati un sonno tranquillo!

 

Condividi su: