In questa fase di pandemia da Covid-19, anche le vacanze hanno subito notevoli limitazioni, causate principalmente dall’esigenza di mantenere il distanziamento sociale.

Mai come in questo periodo, il cicloturismo si è confermato il mezzo ideale per vivere un periodo di relax in quanto le condizioni logistiche di chi pratica tale sport sono del tutto adeguate alle precauzioni richieste.

Infatti il cicloturismo consiste in un’attività sportiva individuale, eventualmente da praticare in gruppi di persone che rimangono comunque adeguatamente distanziate.

Itinerari per cicloturismo al nord Italia

Secondo alcuni appassionati, al nord si possono trovare forse le piste ciclabili più belle d’Italia, in quanto inserite in contesti paesaggistici di grande suggestione.

Anche le condizioni climatiche in queste zone si presentano particolarmente favorevoli e lo sportivo non rischia di dover affrontare tratti di strada dove le temperature elevate potrebbero condizionarlo.

  • Itinerario da Bolzano a Verona

Si tratta di tour piuttosto facile da affrontare con tutta la famiglia, che segue il corso del fiume Adige tra colline e vigneti, su strade scarsamente trafficate e bellissime piste ciclabili.
Il percorso parte da Bolzano e, attraversando Trento e Rovereto, ha come meta conclusiva Verona.
Il tempo previsto per godere della bellezza dei paesaggi naturali, ma anche artistici dei contesti urbani, è di tre giorni, durante i quali sono possibili anche deliziose soste enogastronomiche.

  • Ciclabile della Valtellina

Da Bormio a Colico, per 114 chilometri, questo affascinate itinerario si snoda dapprima tra le montagne per poi raggiungere una delle più belle valli d’Italia, la cui natura lussureggiante e la presenza di quelle che sono valutate le salite più belle in bici, contribuiscono a creare un’atmosfera davvero magica.
Seguendo il corso del fiume Adda è possibile suddividere il viaggio in due o tre giorni, con soste presso gli accoglienti B&B che si incontrano sulla strada.
Tour di media difficoltà, sconsigliato per bambini.

Itinerari per cicloturismo dal nord al sud Italia

Ideale per chi desidera programmare una vera e propria vacanza in bici, la Ciclovia del Sole attraversa l’intero stivale, partendo dal Brennero e arrivando in Sicilia.
Si tratta di un viaggio piuttosto lungo (circa 3000 chilometri) che si serve di strade statali e non di piste ciclabili e pertanto richiede una certa esperienza.
Dal Brennero l’itinerario scende lungo la Valle dell’Isarco e la Valle d’Adige per poi costeggiare il Lago di Garda ed entrare in molte città, come Mantova, Bologna, Firenze, Roma e Napoli.
Adatta solo a persone esperte ed allenate, questa vacanza richiede almeno due settimane.

Itinerari per cicloturismo al centro Italia

La Via Francigena ha da sempre attratto molti ciclo-amatori sia per la bellezza dei paesaggi naturali e artistici sia per la relativa agibilità di percorrenza.
La Via Francigena è un’antica carrabile che attraversa gran parte dell’Europa, collegando Inghilterra, Francia, Svizzera e Italia, mettendo in contatto questi paesi con Roma.
L’itinerario offre la preziosa occasione di riscoprire le affascinanti atmosfere che i pellegrini del Medioevo incontravano su questa Strada Sacra.
Il percorso proposto, che si snoda tra Siena e Viterbo, comprende strade secondarie e poco trafficate, pur essendo asfaltate e quindi di facile percorrenza.

Sono consigliabili 4 tappe: la prima da Siena a San Quirico attraverso la Val d’Orcia; la seconda da San Quirico a Radicofani lungo la Via Cassia; la terza da Radicofani a Bolsena, attraverso gli splendidi boschi del Monte Amiata e la quarta da Bolsena a Viterbo, dove si concentrano tutti i paesaggi più affascinanti dell’intero viaggio.

Itinerari per cicloturismo al sud Italia

Per oltre 500 chilometri, la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese si snoda lungo le due condotte storiche del Canale Principale (da Caposele a Villa Castelli) e del Grande Sifone Leccese che arriva fino a Santa Maria di Leuca.
Questo tour viene unanimemente considerato molto suggestivo in quanto è in grado di collegare bellezze naturali con reperti storici e archeologici di notevolissimo interesse culturale.
Il viaggio, deve essere suddiviso in varie tappe (almeno 10 giorni) e consente di scoprire luoghi sconosciuti dell’Italia meridionale. Inoltre, essendo quasi completamente in pianura, non presenta particolari difficoltà di percorrenza.

Itinerari per cicloturismo urbano

Anche il cicloturismo urbano sta sviluppandosi con sempre maggiore impulso, grazie anche all’utilizzo delle biciclette motorizzate.
Viaggiare in bici elettrica offre particolari vantaggi dato che permette di percorrere un notevole chilometraggio senza stancarsi.
Sono molte le città Italiane che si prestano a un cicloturismo di questo genere, basti pensare a tutti i meravigliosi centri storici che popolano ogni parte del paese.

È consigliabile orientare le proprie scelte verso contesti urbani con dimensioni contenute, per essere in grado di muoversi agevolmente senza rischiare di perdersi nel traffico.
Umbria, Toscana, Liguria e Puglia sono da sempre le mete preferite dai ciclo-amatori, che abitualmente vi si recano in vacanza.

Ideale in ogni situazione, ma perfetta in questo periodo di distanziamento sociale, una vacanza in bici è anche un ottimo modo per fare un po’ di esercizio fisico mentre si è in viaggio e permette di rilassarsi circondati dai suoni e odori della natura che altrimenti non apprezzeremmo dal finestrino di un’auto o treno.
Ma alla fin fine può essere semplicemente un modo per divertirsi e stare in ottima compagnia.

Sei un amante della bicicletta?
Scopri la polizza Bike Noproblem
Condividi su:
Mostra commentiClose Comments

Lascia un commento