Imparare l’inglese da adulti sembra più complesso di quanto lo sia effettivamente. In generale quando si è più giovani, oltre alla mente più flessibile, ci sono meno preconcetti, non si teme di sbagliare e proprio questo aiuta tantissimo. Come imparare una nuova lingua partendo da zero? In generale è importante studiare un po’ di grammatica ma soprattutto parlare, parlare, parlare. Solo questo offre la possibilità concreta di imparare realmente. Cosa fa un bambino piccolo? Parla, poi impara a scrivere, poi impara le regole e lo schema da seguire è lo stesso. Per aiutarsi, oltre a consultare una grammatica, è utile fare viaggi all’estero, provare a leggere testi in lingua e anche ascoltare musica e guardare in tv programmi non tradotti. Questo aiuta anche l’orecchio che progressivamente acquisisce i termini.

Come apprendere l’inglese velocemente?

Per imparare l’inglese velocemente è possibile seguire un corso intensivo, anche online, sfruttando la possibilità di parlare con un madre lingua. Come imparare l’inglese senza spendere soldi? Leggere tutto quello che capita in inglese, quindi giornali ma anche fumetti, vedere video sui social in inglese e le serie tv e i film preferiti in lingua. Anche prodotti che si conoscono bene, o che hanno un vocabolario semplice, vanno bene. Non bisogna iniziare da testi o film complessi, anche i cartoni vanno benissimo o le sit com, che hanno dialoghi semplici.

Importante poi studiare delle nuove parole ogni giorno e annotarle sempre quando si apprendono per la prima volta. Questo aiuta la memoria a fissarle e offre la possibilità di utilizzarle in un discorso successivamente. Trovare qualcuno con cui parlare è molto utile, anche in chat o nelle community online. Ci sono molti portali che offrono la possibilità di scambi linguistici, con l’altra persona che impara l’italiano e insegna l’inglese a costo zero. Infine, fare qualche viaggio all’estero o anche un periodo di studio prolungato è fondamentale. Quando ci si trova in una condizione di necessità, la lingua viene appresa subito.

Quanto tempo ci vuole per imparare una lingua all’estero?

Vivere all’estero per studio o vacanza anche per pochi mesi è il modo migliore e più veloce per imparare la lingua. Quando tutti intorno parlano in modo differente, si è spronati ad imparare e a procedere per tentativi e così si impara, si amplia il vocabolario e ci si sente padroni. Le stime dicono che occorrono circa 600 ore di lezione per imparare correttamente una lingua mediamente complessa, quindi in media 25 settimane. Ovviamente le variabili che concorrono sono molteplici.

Tuttavia, se si mette da parte l’idea del corso e dello studio attraverso delle lezioni, bastano anche 3 mesi in una città straniera dove si parla inglese per impararlo in modo corretto e ad un livello tale da saper sostenere un discorso. Si tratta di un procedimento completamente differente. Spesso quando si studia, si effettua un corso o si va a scuola di lingue si è stanchi, ci si annoia, si perde attenzione già dopo 20 minuti e l’apprendimento diventa molto complesso. Inoltre, solo con lo studio il problema è che ci si concentra molto sulla grammatica e poco sulla comunicazione verbale. Quando invece ci si trasferisce per un periodo all’estero, si viene immersi totalmente h24 in una cultura diversa. Per fare la spesa, chiedere indicazioni, uscire e andare al bar occorre parlare inglese. Da qui il cervello si adatta, viene continuamente stimolato e apprende anche nei momenti di svago anche quando sembra che in realtà non stia lavorando. Le conversazioni diventano via via più semplici e si riesce non solo ad elaborare un pensiero progressivamente più complesso ma anche a comprendere correttamente gli altri che parlano. In pochi mesi si raggiunge un livello più che soddisfacente, da lì la strada è in discesa poiché si acquisiscono nuovi vocabolari e la lingua si perfeziona.

Quali viaggi all’estero fare per imparare l’inglese

Per imparare l’inglese all’estero, l’ideale è fare un viaggio studio anche di breve periodo. Per viaggio studio non si intende necessariamente un periodo di vacanza, si può anche sperimentare una combinazione in cui si lavora sul posto per un determinato periodo e così si impara la lingua e si guadagna qualcosa per vivere in loco. Le idee migliori sono:

Organizzare una vacanza studio in inglese in un paese anglofono – La meta ideale per tutti coloro che vogliono iniziare è sicuramente Londra ma non è l’unica per una vacanza studio. La Gran Bretagna, nonostante l’uscita dall’Unione Europea, è ancora visitabile per periodi brevi e comunque si può richiedere agevolmente un visto per restare qualche tempo per studio o lavoro. In questo caso è però necessario avere un passaporto. Se i costi iniziali sono elevati si può scegliere anche una piccola città vicino Londra e non necessariamente il centro. Il contatto diretto con un gruppo culturale inglese darà uguali frutti.

Spostamento di lavoro all’estero – Altro modo concreto per imparare la lingua che permette di studiare inglese all’estero è quello di scegliere un luogo dove si parli inglese e trasferirsi per lavoro anche pochi mesi, da 3 a 6. In questo modo si può anche abbracciare la cultura di un altro posto, imparare la lingua senza spendere soldi per corsi o studi, e lavorare così da guadagnare a sufficienza per vivere direttamente all’estero. Oltre alle mete propriamente anglofone come la Gran Bretagna, ci sono altri paesi in cui è possibile imparare l’inglese come i Paesi Bassi dove si parla fluentemente la lingua, i Paesi Scandinavi, ma anche la Scozia che è una meta meno gettonata ma molto bella.

Imparare l’inglese è possibile, anche in modo del tutto gratuito e in poco tempo. Ovviamente occorre un po’ di impegno e tanta dedizione ma la lingua non è molto complessa e può essere agevolmente appresa in poco tempo anche con metodi divertenti e allettanti.

Cerchi un'assicurazione viaggio?
Scopri la polizza Viaggi Nostop
Condividi su: