In questi ultimi scampoli di vacanza ci piaceva pensare ancora a interessanti itinerari, per visitare angoli bellissimi di Italia e rilassarsi nella natura, prima di rientrare nella solita routine da città.

Il Lago Verde, conosciuto anche come Lac Vert, è situato nella Valle Stretta in Val di Susa, a circa 10 km da Bardonecchia a 1834 metri di altezza. Questa si estende dalla provincia di Torino fino alla Francia, al comune di Névache. La Valle era interamente territorio italiano fino al 1947 quando poi è diventata in parte del dipartimento francese delle Alte Alpi. Tra le montagne piemontesi spicca un angolo paradisiaco, il Lago Verde. Sembra quasi una pietra preziosa per la sua bellissima colorazione smeraldo. Oltre a spiccare per la bellezza paesaggistica è facilmente raggiungibile ed è molto agevole per tutti, motivo per cui è particolarmente amato dai turisti ma anche da visitatori locali che ne approfittano per fare una passeggiata e respirare aria pulita. Bardonecchia è un comune piemontese famoso per gli impianti sciistici che sorge nei pressi della Via Lattea; attorno alla città ci sono diversi fiumi e torrenti da poter visitare, tutti di grande bellezza. Tra questi sicuramente il sentiero per tutti è quello che porta al Lago Verde, è facile arrivarci e anche la passeggiata a seguire è destinata anche a chi non è abituato a camminare molto a fare lunghe escursioni in alta montagna.

Come arrivare al Lago Verde

Per arrivare da Bardonecchia al Lago Verde ci vogliono circa 30 minuti mentre partendo in auto da Torino ci vogliono quasi due ore. Bisogna prima percorrere la strada A32, arrivare a Bardonecchia e da qui prendere la provinciale 216 che passa per Melezet e arriva a Pian del Colle. A questo punto si prosegue nel comune di Nevache, per Valle Stretta e si arriva a Grange. Da Bardonecchia ai rifugi ci vuole una mezz’ora di auto. Per chi invece arriva a piedi, nel periodo estivo, a Bardonecchia in Piemonte trova la linea 3 che porta fino a Pian Del Colle e qui la navetta che porta al Lago. Chi arriva a piedi può utilizzare il treno per arrivare in Alta Val Susa, con il Frecciarossa che collega Bardonecchia a moltissime località. In inverno i mezzi pubblici non arrivano poiché talvolta a causa del maltempo la strada non è facilmente percorribile per il bus, quindi la garanzia è solo per giugno, luglio e agosto. Tutti gli orari si trovano sul sito ufficiale.

Visita al Lago Verde

È possibile arrivare in auto o in bici, poi ci si può incamminare a piedi verso il Lago Verde. Il sentiero è molto tranquillo nella parte iniziale e pianeggiante, quindi alla portata di tutti, poi si insinua nel bosco tra alberi e massi ma anche qui è molto gradevole e ombreggiato, tanto che non si soffre il caldo anche se in estate. Durante il percorso per il Lago Verde sul sentiero si trova un piccolo ponte di legno che attraversa il Rio della Valle Stretta, solo da questo punto in poi il cammino è più difficoltoso ma comunque senza grossi ostacoli. Le conifere danno via ad una lunga discesa tra gli alberi, per poi affacciarsi sulla bellezza del Lago. La passeggiata dura quaranta minuti, tra montagne, campi e ruscelli. Poi si arriva alla meta che è uno specchio d’acqua paradisiaco, l’area è silenziosa e fresca, una vera oasi di pace incastonata perfettamente nella natura circostante. Ci si può bagnare i piedi, fare un picnic o nella stagione estiva fare proprio un tuffo. Ai visitatori piace semplicemente arrivare e poi sedersi ad ammirare la quiete del posto. Da lontano si ammira il paesino con casette di pietra e strutture di legno, che sembra quasi uscito da una cartolina. La catena montuosa del Lago Verde di Bardonecchia ricorda molto le Dolomiti, poiché le rocce sono calcaree proprio come quelle e per questo motivo spesso si definiscono le Dolomiti della Valle Stretta. Una curiosità riguarda il nome, infatti il Lago Verde ha delle acque stupende e limpidissime ma prende questa denominazione poiché sul fondo si vede il verde smeraldo dato da particolari alghe che, nonostante l’acqua sia purissima, conferiscono questa speciale colorazione.

Indicazioni specifiche per organizzare una gita sul Lago Verde

Il Lago Verde è letteralmente immerso nella natura e durante la passeggiata ci sono diversi punti dove poter fare una sosta. Chi decidesse di fare il bagno deve considerare che l’acqua del lago è sempre ghiacciata, anche in estate e che ci sono moltissimi pesci che nuotano al suo interno. È anche possibile ammirare i tronchi di vecchi larici ben visibili grazie alla trasparenza del fondale. Nonostante sia possibile fermarsi per fare una sosta, durante il percorso non ci sono veri punti ristoro, quindi nemmeno bagno o altri servizi, è bene quindi organizzarsi di conseguenza. L’acqua si può recuperare dalle baite di montagna. La passeggiata è tranquilla, non è richiesta grossa preparazione fisica e si può fare anche in compagnia di un animale a quattro zampe. Non è invece ideale per i passeggini poiché ci sono vari sassi che rendono poco agevole il percorso.

Dove parcheggiare l’auto al Lago Verde in Piemonte

La vettura si può parcheggiare solo presso i garage organizzati o i due rifugi. La strada poi è sbarrata quindi non si può proseguire. Gli ultimi chilometri comunque sono bellissimi perché si fanno già in area boschiva quindi è facile immergersi tra gli alberi e ammirare le mucche al pascolo. Tutto intorno ci sono delle aree camping per chi vuole fare una sosta prima di iniziare il percorso o per coloro che tornano dalla passeggiata e vogliono fermarsi prima di andare via. Per chi arriva con l’auto durante il periodo invernale è da considerare che la strada è più sdrucciolevole quindi è bene attrezzarsi con le catene nei periodi di gelate.

Cerchi un’assicurazione viaggio per le tue vacanze in Italia?
Scopri la polizza Viaggi Italia
Condividi su: