Europ Assistance
  • Iscriviti al Feed RSS
  • Seguici su Google+

Alla scoperta del Vietnam tra storia e natura

Il Vietnam è un sorprendente mix di attrazioni naturali e diversità culturale. Sono stato in Vietnam in 3 diverse occasioni e ogni volta che ci torniamo è per me un intreccio di forti emozioni.

Il Vietnam è grande e serve tempo per visitarlo: inutile cercare di vedere tutto se si ha solo una settimana a disposizione. Il mio consiglio è quello di avere almeno 2 settimane a disposizione per visitare le attrazioni principali, senza strafare ma concedendosi pause per godersi la magica atmosfera che questo paese sa offrire.

Ma dove andare e cosa visitare in Vietnam? Ecco le mie mete preferite.

1 – Halong Bay

Il paesaggio di Halong Bay è una delle viste sul mare più affascinanti al mondo oltre che essere  patrimonio mondiale dell’UNESCO. Migliaia di isole calcaree si trovano all’interno di questa baia nel Golfo del Tonchino, erosa in pinnacoli frastagliati dall’azione del vento e dell’acqua per millenni. Il modo migliore per godersi questo spettacolo naturale è con una crociera organizzata da uno dei tour locali o siti internet come evaneos.

Ci sono molte grotte nella baia che possono essere visitare tra cui l’Hang Sung Sot, con tre caverne gigantesche e l’Hang Dao Go, con stalagmiti e stalattiti dalle forme bizzarre.

Conta di passare almeno 2 notti ad Halong Bay per goderti la pace e la tranquillità di questo luogo

2  – Ho Chi Minh City

Veduta aerea di Ho Chi Minh City

Veduta aerea di Ho Chi Minh City

Per i fan delle grandi città, non si può dire di avere visto il Vietnam senza una visita a Ho Chi Minh City, il vivace e folle centro commerciale del paese.

Le strade sono un viavai caotico di moto e auto, l’atmosfera dei suoi ristoranti e bar è incredibilmente cosmopolita e lo shopping è il migliore del paese.

Al suo centro si trova Dong Khoi, un quartiere centrale relativamente piccolo e facilmente visitabile, che detiene la maggior parte delle attrazioni turistiche della città. Qui troverai il Museo HCMC, con una brillante collezione di manufatti che intrecciano la storia della città, e la grande Cattedrale di Notre Dame, costruita alla fine del XIX secolo.

Dai un’occhiata al vecchio quartiere di Da Kao per vedere alcuni dei migliori esempi sopravvissuti dell’architettura coloniale francese della città. Merita una visita anche la Pagoda dell’Imperatore di giada con la sua straordinaria gamma di iconografie religiose buddiste e taoiste.

Successivamente, il Museo di storia è un must per gli appassionati di storia con reliquie in mostra da vari siti archeologici.

Ho Chi Minh City è una città viva, dove moderno e tradizione si intrecciano in ogni quartiere della città.

3 – Hue

Una delle città più ricche di storia del Vietnam, Hue è piena di cimeli del regno degli imperatori Nguyen del XIX secolo.

Situato lungo le rive del meraviglioso fiume Perfum, l’Imperial Enclosure è un enorme sito situato all’interno di mura che si estendono per 2,5 chilometri. Mentre visiti il ​​parco, controlla la splendida Ngo Mon Gate, il Thai Hoa Palace con i suoi dettagli finemente laccati, il Dien Tho Residence dove vivevano le Queen Mothers e le Hall of Mandarins con i suoi murales conservati sul soffitto.

Moltissimi siti storici si trovano anche al di fuori delle mura del recinto imperiale.

4 – Hoi An

Hoi-An di sera

Hoi-An di sera

La bellissima Hoi An è la città più suggestiva del Vietnam. È decisamente il luogo che più amano del Vietnam ed è proprio qui che abbiamo deciso di trascorrere 3 mesi nel nostro ultimo viaggio nel paese. Perché proprio Hoi An? Per moltissimi motivi.

Per iniziare il centro storico è una gioia da esplorare, con edifici storici e case ben conservate che risalgono al periodo d’oro del XV secolo, quando la città era un importante punto di incontro per i mercanti giapponesi e cinesi che affluivano qui per le sete locali.

Molte delle vecchie case mercantili sono state aperte al pubblico, quindi, visitandole si può avere un assaggio di questi tempi. La migliore è la Tan Ky House del 17 ° secolo, con affascinanti elementi architettonici e decorativi.

Il simbolo principale di Hoi An è il delizioso ponte giapponese all’estremità occidentale di Tran Phu Street, mentre nelle vicinanze del ponte, la Sala delle Assemblee della congregazione cinese del Fujian è il tempio più decorato della città antica. Ci sono numerose piccole pagode e musei sparsi per la città, ma il vero fascino di Hoi An si trova semplicemente nel vagare per le strade della città antica ammirando le facciate ben conservate degli edifici.

Di sera il centro storico di Hoi An si illumina di migliaia di lanterne colorate, una vista suggestiva e unica.

5 – Sapa

Le verdi campagne di risaie che circondano Sapa, delimitate dalle cime frastagliate delle montagne Hoang Lien (spesso ancora conosciute con il nome coloniale francese delle Alpi del Tonkinese), ospitano le più belle viste rurali del Vietnam.

Le valli profonde qui ospitano un variegato mix di minoranze etniche del paese, tra cui i popoli Hmong, Giay e Red Dzao, mentre le colline increspate sono terrazzate con risaie e dominate dalla vetta più alta del paese, la montagna di Fansipan.

Sapa è la migliore destinazione per il trekking in Vietnam, con una gran quantità di opzioni per fare trekking o escursioni di un giorno tra piccoli villaggi della zona e sperimentare l’incredibile vista sulle montagne locali.

Il Vietnam è una nazione ospitale e i suoi abitanti hanno sempre un sorriso per i visitatori stranieri. È un paese economico ideale per chi viaggia con un budget limitato. Il Vietnam sta cambiando velocemente e vale la pena visitarlo ora prima che sia troppo tardi e il turismo di massa inizi a cambiare la vera natura di questo paese.

 

Marco Allegri di nonsoloturisti.it

Guest Blogger

Marco Allegri e Felicity  sono una coppia di blogger di viaggi noti anche come Thinking Nomads. Nel settembre 2006, Felicity e Marco hanno completato un viaggio di undici mesi in tutto il mondo visitando oltre 30 paesi in 5 continenti.
Marco è originario di Bergamo e sin da piccolo ha avuto la passione per i viaggi e il desiderio di scoperta e avventura. Da questa passione per il viaggio è partita l’idea di creare un blog con consigli di viaggio per viaggiatori indipendenti, e nel 2011 è nato nonsoloturisti.it che raccoglie migliaia di racconti di viaggio da ogni angolo del pianeta, non solo esperienze personali di Marco e Felicity, ma anche di altri autori che negli anni hanno deciso di  fare parte del gruppo di autori di nonsoloturisti.it.

 

Tag:

Inviare un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *