Europ Assistance
  • Iscriviti al Feed RSS
  • Seguici su Google+

Viaggio in Giappone: mangiare vegetariano

Watashi wa bejitarian desu, “io sono vegetariano”: è questa la frase che ogni vegetariano si troverà a ripetere più spesso in Giappone.
Si potrebbe pensare che mangiare vegetariano in Giappone sia molto semplice, ma non è così; la cucina del Sol Levante, infatti, si basa principalmente su carne e pesce, ingredienti presenti anche in piatti che a prima vista potrebbero sembrare vegetariani al 100%.

IO NON MANGIO IL DASHI – Se, infatti, i gyoza – i celebri ravioli alla piastra –  sono notoriamente ripieni di carne, non è altrettanto noto ai vegetariani che neanche i ramen sono perfettamente adatti alla loro dieta. Il dashi, il brodo con cui i ramen sono accompagnati, è preparato con il pesce e, per la precisione, con kezurikatsuo che è tonno secco grattugiato. L’alternativa vegetariana è scegliere ramen o miso soltanto a base di alghe o soia, che non sono facilmente reperibili in Giappone. E soprattutto imparare una frase fondamentale che è Dashi wa taberaremasen, cioè “io non mangio il dashi”, che può sempre tornare utile!

TRAPPOLE PER VEGETARIANI – Non mancano altre ‘trappole per vegetariani’ in Giappone: l’okonomiyaki, tipico street food locale, è una sorta di frittata di cavolo verza che parrebbe essere perfettamente a misura di vegetariano, ma che in realtà viene servito cosparso di katsuoboshi, fiocchi di tonno essiccato. In situazioni come questa basterà affermare che non lo si mangia dicendo Katsuobushi wa taberaremasen.

STREET FOOD – Parlando di street food, la tappa imperdibile per tutti gli amanti del cibo di strada è indubbiamente Nakamise street ad Asakusa, di fronte al tempio buddhista Senso-ji, dove è possibile trovare decine di banchetti che offrono snack tipici e vegetariani: dai cracker alle alghe, passando per dolcetti ripieni di crema di fagioli azuki, ognuno ha la possibilità di assaggiare qualcosa che incontri il proprio gusto.

RISTORANTI VEGETERIANI – Se si preferiscono, invece, i ristoranti vegetariani, la scelta è ampia e soddisfacente quanto quella offerta dallo street food. I nomi da segnare in agenda sono l’Ain Soph a Tokyo, che ha più sedi dislocate in vari quartieri, il Paricolla e il Chaya a Shinjuku, e il Tamana Shokudo a Minato.

Mangiare vegetariano – e bene – in Giappone è dunque possibile: dopo aver tenuto conto di queste piccole accortezze, non dimenticate che la cucina giapponese offre varianti deliziose e totalmente vegetariane di piatti tipici che prevedono generalmente l’uso di carne e pesce, come il sushi e il nigiri fatti con frittata, verdure, germogli e radici, e sapori speciali come quelli dei soba e del tofu, delle melanzane alla salsa di sesamo e degli spinaci komatsuna anch’essi al sesamo, ma anche delle insalate con i fiori di loto e della bardana saltata.
Insomma, anche senza dashi e katsuoboshi la cucina nipponica si mostra meglio e sarà capace di stupirvi, permettendovi di scoprire piatti tipici e sapori inediti che faranno la gioia del vostro palato.

Prima di partire non dimenticare l’assicurazione Viaggi Nostop Vacanza!

Guarda anche

Canada on the road, bagaglio al sicuro con Bag Track

Al ritorno dal suo viaggio on the road di 3.000 chilometri attraverso il Canada insieme Maddalena e al piccolo Sebastiano, Roberto Zambon ci racconta la sua esprienza con Bag Track, la polizza di Europ Assitance che ti localizza anche il bagaglio. Fai un preventivo di Bag...

Approfondisci

#Movesafe under 35: cinque escursioni nei dintorni di Madrid

Siete a Madrid e desiderate staccare per qualche ora dal caos della città? Ecco quindi cinque escursioni da fare in giornata alla scoperta dei dintorni della capitale spagnola. A seconda della vostra necessità potete noleggiare un’auto oppure affidarvi agli efficienti mezzi di trasporto...

Approfondisci

Italians in the World: in Giappone con Fraintesa!

Il mese scorso abbiamo lanciato un mini sondaggio sulla pagina Facebook di Europ Assistance, invitando la community a scegliere una destinazione dell’Asia dove andare a giugno. Tra quelle proposte il Giappone è risultato la preferita. Noi siamo pronti a raccontavi il Sol Levante attraverso...

Approfondisci

Inviare un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *