Europ Assistance
  • Iscriviti al Feed RSS
  • Seguici su Google+

#Movesafe alle Maldive in stile low cost

Le Maldive, quasi 1.200 isolette nell’Oceano Indiano a sud dell’India ed a ovest rispetto allo Sri Lanka, sono un sogno per molti e davvero pochi sono i posti al mondo che possono vantare acque così cristalline abitate da pesci dai più svariati colori e forme. In pochi forse, però, sanno che esistono anche realtà diverse dai costosissimi lodge dove è possibile soggiornare a prezzi decisamente abbordabili un po’ per tutti.

COME ARRIVARE – Prenotando per tempo si possono trovare delle buone offerte di volo per Malè con un solo scalo, probabilmente a Colombo, in Sri Lanka. Si atterra sempre nella capitale e da lì ci si sposta con voli interni o con imbarcazioni a seconda di quale sia l’isola dove soggiorneremo.

MUOVERSI TRA LE ISOLE – Esistono due tipi di imbarcazioni per muoversi tra le isole: quelle veloci normalmente organizzate dai residence o dalla guest house e i traghetti pubblici che solitamente partono una sola volta al giorno, ricordatevi di chiedere informazioni a riguardo alla struttura presso cui prenoterete.
La differenza di prezzo tra le due è davvero molto importante: se avete tempo e gli orari del vostro arrivo all’aeroporto di Malè vi consentono di prendere il traghetto locale vi consiglio di approfittarne, così da aver del budget da utilizzare poi per le escursioni.

THULUSDOO – Per scegliere la vostra isola di solito vale il principio per cui più è lontana più è incontaminata, locale e selvaggia (e più costa): ne è un esempio Thulusdoo, la mia preferita. Ha la sua lingua di sabbia così come meravigliosi spot per lo snorkeling oltre a non aver grandi restrizioni per quanto riguarda l’uso del bikini che è ben tollerato in tutta l’isola. Diverse strutture qui sono gestite da italiani, se siete dei tipi che soffrono la nostalgia di casa, qui un buon piatto di pasta servito in riva al mare ve la farà passare al volo.

MAAFUSHI – Maafushi è la più vicina a Malè, la più turistica e per questo quella che offre di più in termini di escursioni e attività ad un prezzo decisamente più basso rispetto a Thulusdoo, ad esempio. Il rovescio della medaglia sono spiagge affollate, divieto di balneazione in bikini al di fuori di una piccola area dell’isola ed un’acqua che poco ha a che vedere con quella troverete nell’altra isola. Vero è anche però che con le escursioni vi porteranno dove l’acqua è turchese e piena di pesci per soli 10 dollari.

DOVE ALLOGGIARE – Attraverso siti di prenotazione online potete trovare offerte per tutte le tasche in termini di alloggio da 35 a 200 euro a notte, di solito la colazione è compresa. Prenotare online o di persona non fa alcuna differenza se non che risparmierete tempo e fatica se arriverete già sapendo dove andar a dormire. Personalmente ho provato a contrattare sul posto per strappare dei prezzi migliori e diciamo che mi è riuscito solo una volta su due, quindi forse non vale la fatica.
Ricordatevi di chiedere o controllare la grandezza delle finestre e dove queste affacciano. La maggior parte delle volte queste danno sull’interno, in piccole nicchie e quindi vi ritrovereste a guardar il muro, ad aver poco ricambio d’aria e non potrete stender ad asciugare costumi e asciugamani una volta tornati dalla spiaggia se non vorrete ritrovarvi con le lenzuola bagnate per l’umidità.
Le camere vista mare normalmente costano di più ma di sicuro svegliarsi con davanti quella vista potrebbe davvero valere quei 10-20 dollari in più (che magari avrete risparmiato prendendo il traghetto). Pensateci.

LE ESCURSIONI – Assolutamente la cosa più bella sono le escursioni. La vita sull’isola è abbastanza monotona e al di là di spiagge pazzesche e buon cibo c’è ben poco da fare. Le escursioni hanno prezzi che vanno di solito dai 10 ai 30 dollari a seconda dell’isola: potrete andare a vedere le Sand Bank (le lingue di sabbia), a fare snorkeling con le tartarughe, a pescare di notte o ancora nei residence per passar lì la giornata godendo di tutte le facilities ma pagando molto meno che se vi trascorreste anche la notte.
Durante queste escursioni ci sono ottime probabilità di incontrare anche branchi di delfini che verranno felici a salutarvi regalandomi momenti che difficilmente dimenticherete.

#MOVESAFE – Godervi la vacanza a cuor leggero significa anche spendere qualche soldino per la sicurezza in viaggio. Io mi sono goduta le Maldive con Viaggi Nostop Vacanza di Europ Assistance che garantisce tra l’altro assistenza sanitaria 24 ore su 24 e spese mediche fino a 1 mlione di euro.

LA MIA ESPERIENZA – Ho fatto il solito viaggio al risparmio, un po’ per necessità, un po’ perché mi piace la sfida del riuscir a trovare sempre l’opzione migliore per i miei viaggi così da poter poi usare quanto sono riuscita a metter da parte in “esperienze wow”. Ovviamente viaggiare in questo modo implica tempi più lunghi per far qualsiasi cosa e meno confort ma per me ne vale la pena.

Le Maldive non sono questo posto irraggiungibile a cui siamo abituati a pensare e con quel pizzico di organizzazione in più possono essere alla portata di tutti.

Nicoletta Crisponi*

Travel blogger ed esperta di comunicazione, Nicoletta ha lasciato il lavoro per intraprendere un viaggio di un anno da un capo all’altro del mondo con una sfida: incontrare ovunque nel suo percorso un amico o un amico di un amico così da dimostrare che i gradi di separazione tra le persone sono effettivamente scesi da sei a tre e mezzo. Potete seguirla sul suo blog ilfilodinicky.com e attraverso i suoi canali di Facebook e Instagram (@nicolettacrisponi).

Inviare un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *