Europ Assistance
  • Iscriviti al Feed RSS
  • Seguici su Google+

Volo cancellato: cosa fare in 3 mosse

Volo cancellato?  Se non vi è mai successo, tra i primi quesiti che vi porrete: Come farò ad arrivare a destinazione? Sarò abbandonato a me stesso? Quanto mi verrà a costare?
Per evitare altri disagi spiacevoli, ecco 4 mosse da fare se il vostro volo viene cancellato.

CONTATTARE LA COMPAGNIA AREA – Quasi sicuramente allo sportello dell’assistenza clienti troverete una fila abbastanza lunga di passeggeri irritati. In alternativa, telefonate direttamente alla compagnia aerea.
In ogni caso, siate gentili e allo stesso tempo cortesi, specialmente se la cancellazione è dovuta a fattori estranei alla compagnia aerea, come condizioni meteo avverse o nubi di cenere vulcanica (se è questo il caso, andate direttamente al rimborso). In questi, la compagnia non è obbligata per legge ad aiutarvi in alcun modo, quindi meglio essere gentili e sperare di ottenere buoni risultati.

SE LA COMPAGNIA AEREA E’ RESPONSABILE – Se è stata la compagnia aerea a provocare la cancellazione del volo o un ritardo di almeno tre ore (questo vale nei Paesi dell’Unione Europea; se siete altrove verificate i regolamenti locali), avete sostanzialmente due possibilità:

Cambiare piano di volo: la compagnia aerea provvederà a trovare un volo sostitutivo per la stessa destinazione. Questa opzione include anche le eventuali coincidenze, sempre che si tratti di voli della medesima compagnia aerea. In caso contrario, di nuovo, siate gentile, perché anche in questo caso non sono obbligati a darvi supporto. Se decidono di non venirvi incontro, passate alla mossa del rimborso.
Se la compagnia con cui viaggiate ha sede nell’Unione Europea, o se state partendo da un aeroporto dell’Unione Europea e il volo sostitutivo è previsto in un orario successivo a quello del volo cancellato, avete diritto a richiedere vitto e alloggio per il periodo dell’attesa. Dovete soltanto assicurarvi di conservare le ricevute ed evitare pasti in ristoranti stellati o soggiorni in hotel di lusso (sono coperte soltanto le “spese necessarie”).
Inoltre, avrete diritto a un risarcimento aggiuntivo in denaro, che può variare a seconda della durata del viaggio e del preavviso relativo alla cancellazione.

Rimborso e risarcimento: Se optate per un rimborso, ricordate che la compagnia aerea non è obbligata a prestare nessun altro tipo di assistenza. In altre parole, dovrete arrangiarvi da soli e prenotare un nuovo volo per la vostra destinazione.
Oltre al rimborso, avete comunque diritto a un risarcimento. I limiti di tempo entro i quali è possibile farne richiesta variano, ma solitamente sono abbastanza lunghi (nel Regno Unito, per esempio, si possono aspettare anche sei anni). 

L’ASSICURAZIONE – Se il servizio di assistenza non si dimostra collaborativo in nessuno dei casi illustrati, contattate la vostra assicurazione di viaggio il prima possibile. Non avrete diritto ad un risarcimento, ma dovreste comunque poter richiedere la copertura del costo dei nuovi biglietti e delle spese per vitto e alloggio (sempre se avrete conservato scontrini e ricevute). Per sapere con precisione a quali risarcimenti avete eventualmente diritto, consultate i termini e le condizioni della vostra polizza.